trend sport invernali stagione affari

5 trend emergenti negli sport invernali che faranno fare faville ai tuoi affari

Redatto da M. Giulia Biagiotti on mag 23, 2017

Rielaborazione e traduzione dell'articolo redatto da Nicole Kow.

Il settore delle avventure e sport tipici della stagione invernale si sta espandendo in ogni direzione, adattandosi gradualmente ai nuovi modelli di consumo e comportamento dei visitatori. Non si tratta più soltanto di una settimana bianca passata a sciare o fare snowboard: l'esperienza invernale si comincia a comporre di tutta una serie di elementi aggiuntivi che non possono più essere omessi.

Ecco i 5 trend emergenti che ogni impresa che opera a contatto con gli sport invernali dovrebbe conoscere per fare faville nella prossima stagione.

 

1. Cresce il numero globale di sciatori nonostante il declino dei mercati occidentali 

Nell'International Report on Snow & Mountain Tourism (2016) di Laurent Vanat, viene evidenziato come la maggioranza dei mercati occidentali stia mostrando segni di declino. L'autore spiega che il consumo di sport invernali quali lo sci sta raggiungendo un momento di maturità, la cui ragione risiede principalmente nella graduale perdita di interesse da parte delle generazioni più giovani.

D'altro canto, il numero globale di sciatori sta aumentando nei mercati in via di sviluppo orientali, sostenuto soprattutto dall'oriente e dalla Cina in prima linea. Tuttavia, il report afferma che "in questi mercati emergenti, il livello di consumo di sci per sciatore è ancora molto inferiore rispetto quanto registrato in passato nei mercati tradizionali, risultando in un numero stagnate di visite per numero di sciatori."

 

2. L'espansione del settore degli sport invernali in Cina 

L'interesse crescente per gli sport invernali è incentivato dall'accanita concorrenza tra i paesi quando si tratta di ospitare le Olimpiadi Invernali del 2022 e negli investimenti del governo nello sviluppo di infrastrutture adatte ad ospitare i prossimi giochi. Oltre a questo, vi è stato anche una crescita del numero di resort sciistici che ha permesso a un numero maggiore di clienti dalla Cina di imparare e divertirsi con questo sport. 

Le imprese che offrono sport invernali in Europa possono aspettarsi una rapida traduzione di questo interesse in un aumento del numero di sciatori principianti provenienti dalla Cina presso le proprie zone. Tuttavia, gli imprenditori in questo settore non hanno ancora compreso pienamente che per i consumatori cinesi potrebbe non essere troppo familiare utilizzare le tecnologie e le strutture predisposte tradizionalmente per i mercati più maturi.

Nel primo report sul settore sciistico in Cina, viene evidenziato come molti sciatori cinesi non posseggano le attrezzature quali sci e snowboard e che i resort in Cina ancora utilizzano strutture ormai considerate obsolete in Europa come Magic Carpets, mini vans e battipista. I clienti cinesi dovranno perciò essere educati adeguatamente affinché possano utilizzare le infrastrutture europee senza difficoltà.

 

3. Le settimane bianche si stanno accorciando

Come nota Laurent Vant, le avventure sulla neve tradizionali consistevano di almeno una settimana di vacanza in cui i consumatori frequentavano le piste durante giornate intere. Negli ultimi anni il settore nota una riduzione dei pernottamenti con visite di "qualche giorno, gite giornaliere o addirittura di una sola serata".

In un settore che conta fortemente sulla spesa dei consumatori presso la destinazione, un turnover di visitatori più elevato può portare ad una diminuzione del giro d'affari futuro.

Per mitigarne l'effetto, gli operatori hanno due opzioni: le destinazioni devono

1) incoraggiare una permanenza più lunga offrendo più tour e attività presso la zona di pernottamento oppure

2) lavorare più intensamente per attrarre un maggior numero di visitatori.

ma la chiave per continuare a rendere le attività legate agli sport invernali redditizie risiede nella collaborazione con le altre imprese locali.

 

4. Nuovi metodi di insegnamento per i principianti (cinesi)

Considerando il potenziale dei mercati emergenti e la riduzione dei pernottamenti, le strutture dovranno pensare a nuovi modi di consumo dello sport invernali da parte dei principianti, poiché è risaputo che la prima esperienza con sci e snowboard non è spesso davvero piacevole, ciò potrebbe divenire un rischio per le imprese in termini di clienti ricorrenti stagione dopo stagione.

Secondo Laurent Vant, "senza un metodo appropriato di insegnamento che permetta agli sciatori principianti di divertirsi alla loro prima visita dopo 30 minuti con gli sci (o snowboard) ai piedi, la conversione da principiante a sciatore fedele sarà sempre più difficile. E non soltanto il mercato deve disperatamente adattare i metodi ai (nuovi) consumatori [...] ma deve anche armarsi di maestri di sci che vadano incontro alle prospettive di crescita della Cina", specialmente per quanto riguarda l'uso dell'equipaggiamento, le attrezzature, scii e snowboard. 

Ad esempio, occorre pensare che gli sciatori con esperienza alle spalle sono abituati a processi di pianificazione e presa di decisione che i principianti non possono avere ancora sviluppato. Quali equipaggiamenti vanno noleggiati? Dove trovare i prezzi migliori? Quale ski pass si dovrebbe comprare? Dove trovare un maestro? Tutte domande a cui i fornitori di servizi legati agli sport invernali dovrebbero rispondere con un'offerta e comunicazione adeguata.

"La soluzione deve essere semplificare l'intero processo, ad esempio creando esperienze e pacchetti disegnati "appositamente" per i principianti, organizzate congiuntamente dalle imprese attive nel settore, che dovrebbero aprirsi alla possibilità di pagare una commissione ai distributori", dice Simon Bosshart in un'intervista sullo stato del mercato turistico cinese. Chi fornisce attività "dovrebbe iniziare a lavorare congiuntamente, creare un'offerta di servizio che comprenda più attori e distribuirla in un unico specifico canale."

 

5. Non scii tra gli sport invernali

"Gli sport invernali non saranno più composti 100% dagli sci", afferma il Professor Ralf-Dieter Rothdocente presso l'Istituto Outdoor Sports & Environmental Science ed uno dei maggiori esperti del settore.

La settimana bianca comprenderà altre attività oltre lo sci, quali lo snowboard, pattinaggio sul ghiaccio ed anche passeggiate nella neve. Anche indoor, i visitatori continueranno a ricercare un'immersione totale nella cultura locale, un'esperienza autentica che chi offre tour ed attività dovrebbe tenere in considerazione creando partnership strategiche, attivando vendite incrociate e semplificando le transazioni con gli strumenti più adeguati come il Partner Network di TrekkSoft.

 

Con TrekkSoft attivare partnership strategiche è più semplice che mai! Scopri tutte le funzioni legate al Partner Network:

RICHIEDI UNA CONSULENZA SUL VOUCHER

New Call-to-action

 

 
M. Giulia Biagiotti

Redatto da M. Giulia Biagiotti

Thanks to an international professional work experience in Paris, Dublin, Valencia and Interlaken in Marketing and Sales, Giulia is specialised in Digital Marketing and Inbound Strategy approach, from SEO optimization to content creation to social media management. Giulia is also our former Italian Content Manager at TrekkSoft. Reach out to her on social media to say hi!

Temas: Tourism trends

La migliore soluzione per te

Se sei un'azienda che offre tour ed esperienze, una rete territoriale o una destination company, abbiamo il piano perfetto per la tua attività.

Scopri la soluzione più adatta alle tue esigenze con una consulenza personalizzata del nostro team.

Chiedi una Demo