TrekkSoft_blog_header_IT_italian_travel_trends_.jpg

Ecco 5 trends di viaggio per il 2016 che i tour operator italiani dovrebbero sapere

Redatto da Alona Mittiga on feb 4, 2016

Questo blog è stato originariamente scritto da Nicole Kow.

Solitamente le persone visitano l'Italia per la sua bellissima cultura, per la sua magnifica architettura ed il suo ottimo cibo. Ma per quali altri motivi la gente viaggia nella penisola italiana? Quali sono alcune delle tendenze di viaggio degni di nota in Italia per questo 2016?


Qui ci sono 5 tendenze di viaggio che ogni tour operator italiano dovrebbero conoscere e utilizzare per trarre il massimo vantaggio per quest'anno.

1. Le persone preferiscono pagare con carta piuttosto che in contanti

Secondo Euromonitor, questa tendenza è in crescita in quanto sempre più persone trovano più sicuro e più conveniente questa alternativa rispetto a trasportare denaro contante ovunque vadano. L'organizzazione ha anche notato un aumento generico dei pagamenti di piccole somme, confermando il fatto che le persone preferiscono viaggiare senza contanti.

Ogni tour operator dovrebbe prendere atto di questa tendenza in continua crescita. Introduci un sistemi di pagamento innovativo sul tuo sito web con una piattaforma di prenotazione e di pagamento online come TrekkSoft. E' anche molto importante avere un mobile card reader, per non doverti mai più allontanare da un nuovo cliente.

TrekkSoft_blog_image_italian_travel_trends_1.jpg

 

2. La gente vede l'Italia come uno dei luoghi più romantici per la loro luna di miele

L'Italia è bella e su questo non c'è nessun dubbio. Ed è proprio per questo motivo che Virtuoso, una rete internazionale di agenzie di viaggi di lusso, l'ha indicata come la prima destinazione per viaggi di nozze.


Per i fornitori di tour e attività, questo significa andare a guardare le escursioni e le attività per capire quali attirano più sposi e, soprattutto, perché. Con questa nuova ottica, dovresti necessariamente modificare le tue descrizioni turistiche ed i messaggi di marketing. Potresti sottolineare di più ciò che i precedenti clienti hanno apprezzato e lavorare per migliorare proprio questa esperienza. 

3. Le persone vogliono anche portare i loro figli in Italia

L'Italia è stata anche indicata, sempre da Virtuoso, come la prima destinazione per le famiglie e per i viaggi multigenerationali. Si tratta di una tendenza interessante per i tour operator, che dovrebbero cercare di raggiungere i Baby Boomers, i Millennials e i Gen Z. Gen chi? Sono i fratelli più giovani dei Millennials, appena 20enni, nati in un mondo di iPad e smartphone. Diciamo che non sono proprio adatti ad un libro tascabile.


Un modo semplice per coinvolgere i "Gen Z", per i tour operator, è attraverso le piattaforme di social media da loro utilizzate, come Snapchat e Instagram. Perché non incoraggi i tuoi clienti ad aggiungerti su Snapchat e divertirsi girando brevi clip del tuo tour e delle tue attività?

TrekkSoft_blog_image_italian_travel_trends_2.jpg

 

4. La gente vuole un po' di quel buonissimo cibo italiano che vede in TV e sui social media

"Il cibo ha una capacità ineguagliabile di trasmettere il vero valore del luogo", secondo quanto dice Greg Oates nella sua relazione Skift Megatrends 2016. Per coloro che provengono dalla Malaysia, dove il cibo è una parte fondamentale della cultura, questo potrà sembrare un gioco da ragazzi. Ma non è così in tutto il mondo: sempre più persone vorrebbero acquistare un viaggio con un'esperienza coinvolgente per scoprire una nuova cultura attraverso il cibo.


Gli operatori turistici italiani dovrebbero pensare ai prodotti da offrire ai clienti come una visione unica della cultura locale, magari attraverso un corso di cucina o una visita in un vigneto. Pensa a qualcosa di unico che potresti aggiungere per rendere l'esperienza davvero indimenticabile.

Leggi il nostro precedente post con 6 consigli social media per tour operator del cibo e vino italiano per scoprire come differenziarti dalla folla grazie ai social networks. 

TrekkSoft_blog_image_italian_travel_trends_3.jpg

 

5. La gente viene in Italia alla ricerca di una vera esperienza di lusso

Forse sono i film, gli spettacoli televisivi, i libri o i profili su Instagram ma l'Italia è sempre stata vista da tutti i "non-italiani" come una destinazione di lusso. E' la patria di Ferrari, Gucci, Dolce&Gabbana, e la lista potrebbe davvero continuare a lungo.

Per voi, cari fornitore di tour e attività, ci sono alcune cose da fare per adattare il vostro tour ad un target di turisti più elevato ed esigente. Tra le tante cose, è necessario assicurarsi di avere il team giusto che conosca l'esperienza che si andrà a fornire e che sia disposto a fare di tutto per rendere felici i vostri clienti. Vale a dire, dopo tutto, soddisfare ciò che i clienti hanno pagato. Incentiva i dipendenti con i giusti bonus e addestrarli bene; non ci sono scorciatoie quando si tratta di fornire un servizio eccellente.

Potresti anche approfondire la tematica con questo articolo su 5 modi per adattare le tue escursioni ed attività per attirare più viaggiatori di lusso.

 

Quale sarà la tua strategia per sfruttare al meglio le tendenze di quest'anno?
Raccontaci nei commenti!

 

Un sistema di gestione delle prenotazioni e dei relativi pagamenti può davvero fare la differenza!
Scopri come con il software gestionale di TrekkSoft!

 

New Call-to-action

Alona Mittiga

Written by Alona Mittiga

Alona è una velista appassionata di marketing, Italo-Ucraina, attualmente residente in Svizzera a Interlaken. Adora correre, pattinare, cucinare e veleggiare verse nuove mete. Non smette mai di sorridere. Vorrebbe imparare a sciare ed il tedesco.

Argomenti: Tourism trends, Italia, tour, trends2016

   

Cerca nel blog

New Call-to-action