it_wild_sicily_spotlight.png

Intervista: la magia dei tour avventura di WildSicily con Andrea Giardina

Redatto da M. Giulia Biagiotti on mar 24, 2017

Si dice che quando la tua passione diventa il tuo lavoro, non è più un lavoro. E se si tratta della passione per la tua terra e la tua cultura, quale miglior modo se non mostrando al mondo le sue bellezze? È oggi con noi Andrea Giardina, direttore di WildSicily per raccontarci la sua esperienza nel settore dei tour avventura nella meravigliosa Sicilia.

 

Ciao Andrea, grazie per essere con noi oggi.

Come definiresti WildSicily?

WildSicily.com è un tour operator che opera nella regione siciliana e offre una serie di tour alternativi, fuori dalle piste battute, dedicato a coloro che desiderano conoscere la Sicilia, quella vera, e ancora ignota.

La nostra offerta si adatta specialmente ad un target internazionale, che trova particolarmente attrattiva l’idea di esplorare luoghi naturali e sconosciuti ai “turisti” e che ha un'altissima considerazione del valore paesaggistico italiano.

  

Andrea Giardina - "Etna off the track" - Volcanoes Tours - WildSicily Tours

 

Cosa rende i vostri tour avventura così affascinanti?

La chiave di questo lavoro è andare oltre la semplice idea di Sicilia e dei posti comunemente visitati, che rimangono comunque di forte interesse ai più. WildSicily vuole condurre i viaggiatori alla ricerca della Sicilia, quella reale, fatta di persone e paesaggi incontaminati e al di fuori dai percorsi classici, dove si possono trovare posti sconosciuti, a volte, persino ai residenti stessi.

Poi c’è la pesca sportiva, una passione tramandata dalla mia famiglia, un rapporto col mare che spesso mi fa sospettare di avere acqua salata nelle vene! Questo mi porta a creare delle esperienze settoriali uniche nel settore oltre alla necessità continua di esplorare nuovi luoghi remoti ed altri mari del mondo.

Ti farò un esempio: durante una giornata di pesca sportiva, ho scoperto per puro caso dei resti di un labirinto, probabilmente di epoca romana. Adesso è un highlight di viaggio che lascia sempre gli spettatori stupiti!

Questo è lo spirito che permea WildSicily: lo slancio verso la scoperta, i luoghi sconosciuti ancora da scoprire, fuori dal comune, quasi misteriosi, in un'ambientazione dove l’interazione natura - uomo è ancora incredibilmente forte.  

It_spotlight_Wildsicily_DSC_5849.jpg

Sicily travels  - WildSicily Tours

 

Come nasce la vostra idea?

WildSicily nasce circa nel 2008 una sera in una stanza universitaria, dall’idea di un gruppo di amici con una forte passione per l’escursionismo e l’avventura. Abbiamo iniziato facendo da guida a un gruppo di amici allargati e grazie ad un poco di promozione via Facebook abbiamo aumentato il nostro bacino di utenti e siamo riusciti a fare della pratica. Abbiamo raggiunto il picco con un’escursione sull’Etna con più di 40 persone, quando eravamo ventenni all’università. È stata in questa prima esperienza che abbiamo capito i punti di forza e debolezza di questo business e abbiamo compreso cosa serviva per strutturare le escursioni come si deve. Ad esempio, nelle escursioni sull’Etna crediamo molto nel valore aggiunto dell’avere un fotografo professionale e un vulcanologo: una visita che abbia in sé anche il valore dei contenuti informativi.

Perché?

Perché dire vado in Sicilia e vado sull'Etna o visito Taormina è puramente riduttivo. C'è così tanto da vedere nella Sicilia, quella vera, nelle piste non ancora battute dal “turista di massa”.

It_spotlight_Wildsicily_1 etna (1).jpg

Etna - Volcanoes Tours - WildSicily Tours

 

Non temi che dando risalto ai percorsi fuori pista, diventino anch’essi “turistici”?

Occorre essere un poco “omertosi” in questi casi: cerco di non pubblicizzare mai eccessivamente i posti dove conduco i viaggiatori. Sono luoghi anche poco accessibili molte volte. Cerco di dare risalto all’unicità dell’esperienza piuttosto che alle coordinate dei luoghi stessi. I paesaggi rischiano davvero di essere rovinati dalla troppa condivisione: chiedo sempre di disattivare internet e la localizzazione e di limitare il numero delle foto proprio per questo motivo.

Inoltre, per determinati luoghi, organizzo tour di massimo 4 persone. Questo mi permette di conoscere personalmente i viaggiatori: per capire gli interessi del singolo e strutturare l’escursione stessa sulla base di cosa piace di più; cerco di personalizzare e rendere il più possibile unica l’esperienza sia prima che durante l’uscita.

Ad esempio, durante un'escursione in viaggio di pesca ero con un cliente dalla Nuova Zelanda e abbiamo iniziato a parlare di una certa ricetta di pesce neozelandese con i polpi; siamo andati a fare pesca del polpo a mani nude, una tecnica che mi ha insegnato mio padre. Non ti dico quanto si sia divertito durante la pesca stessa e la soddisfazione immensa, poi, di poter riprodurre la ricetta.

In genere, faccio in modo che le escursioni si attengano a un programma di massima, ma non pongo limiti di orario, mantenendo così la libertà per customizzare l’esperienza il più possibile.

It_spotlight_Wildsicily_4 south (2).jpg

 La pesca del polpo - Fishing Trips - WildSicily Tours

 


Quali canali ti hanno permesso di affermarti nel mercato?

Inizialmente, abbiamo utilizzato dei tour operator stranieri, che ho contattato per promuovere le mie offerte nei loro portali.Successivamente, poco a poco ho sviluppato un concetto più personale di tour e avventura e sono passato ai canali online creando un mio sito web, ottimizzato per la SEO.

Il problema principale è stato quello di trovare un’interfaccia adeguata in grado di esprimere il tipo di esperienza e di viaggio che volevo offrire.

Mi serviva uno strumento che mi permettesse di vendere un prodotto personalizzabile dove il cliente stesso possa creare il tour dei suoi sogni. Al momento utilizzo TrekkSoft, che permette al cliente di adattare il tour alle proprie esigenze, dando la possibilità di noleggiare le attrezzature direttamente dal sito web,anche prima del viaggio.

Ad esempio: per una visita guidata sull’Etna, il cliente può decidere se scegliere il tour a piedi o affittare delle ciaspole, una mountain bike, etc. : il sistema TrekkSoft  registra l’equipaggiamento scelto dal cliente e gli permette di completare il pagamento del noleggio online, aggiungendolo direttamente nel carrello, dove figurano sia il tour che le attrezzature.

Inoltre, il sistema si aggiorna automaticamente, semplificando la gestione delle mie risorse in tempo reale.

È comunque vero che il cliente continua a desiderare un rapporto diretto con il tour operator; soprattutto nel caso di un’escursione personalizzata, un’email te la manda sempre. Certi meccanismi non si possono bypassare, ma possono comunque essere gestiti in efficienza.

 

Perché hai scelto TrekkSoft rispetto ad altri sistemi di gestione delle prenotazioni?

Perché si tratta di uno strumento molto versatile: si adatta non soltanto alla gestione delle prenotazioni in generale ma anche a chi, come me, non ha inizialmente un sistema di vendita e vuole gestire in efficienza i canali di distribuzione e pagamento, oltre che consentire una personalizzazione dell’offerta.

 

Quali altri consigli daresti alle imprese che offrono tour, escursioni e attività come te?

Consiglierei principalmente di interpretare il cliente come un ospite. Questo è il mio slogan. Un visitatore in cerca di un viaggio di avventura o un’escursione, non deve essere inteso riduttivamente come un cliente ma come un vero e proprio ospite, un punto di vista, questo, abbastanza tipico nella cultura siciliana. I nostri punti di forza vengono dal nostro modo di vivere, dalla nostra cultura. Se riuscissimo tutti quanti a “ospitare” invece che “vendere”, la Sicilia sarebbe un fiore all’occhiello nel turismo e non ci sarebbe uno sforzo da fare.

Vi farò un esempio. Un giorno di ritorno da un'escursione, mi è capitato di sostare presso l’osteria di un amico, particolarmente nota per la qualità dei loro vini. Il ristoratore, avendo terminato la tipologia di vino che avevo richiesto, ne ha offerto un altro a me e ai miei ospiti, gratuitamente. Il gesto disinteressato della bottiglia di vino offerta li ha completamente scioccati a tal punto che mi hanno poi rivelato: “Una cosa così è totalmente impossibile in Melbourne”.

So bene che quando si fa da guida ogni giorno, poi si rischia di cadere nella routine e di perdere questa delicatezza, ma penso rimanga davvero fondamentale.

A volte mi capita di invitare i miei clienti a pranzo con la mia famiglia: per loro è una cosa che non ha prezzo.

 

 

Cosa ne pensi? Stai anche tu sviluppando la tua nicchia di mercato?
Raccontaci nei commenti!

 

Lasciati guidare nella distribuzione delle tue esperienze uniche, proprio come Andrea.

New Call-to-action


 

 
M. Giulia Biagiotti

Redatto da M. Giulia Biagiotti

Thanks to an international professional work experience in Paris, Dublin, Valencia and Interlaken in Marketing and Sales, Giulia is specialised in Digital Marketing and Inbound Strategy approach, from SEO optimization to content creation to social media management. Giulia is also our former Italian Content Manager at TrekkSoft. Reach out to her on social media to say hi!

Temas: Spotlight interviews

La migliore soluzione per te

Se sei un'azienda che offre tour ed esperienze, una rete territoriale o una destination company, abbiamo il piano perfetto per la tua attività.

Scopri la soluzione più adatta alle tue esigenze con una consulenza personalizzata del nostro team.

Chiedi una Demo