Pinterest & Marketing del Turismo.png

Marketing del turismo: Come creare la tua presenza su Pinterest

Redatto da Cinzia Di Martino on mar 13, 2017

Travel è una delle parole chiave più cercate su Pinterest, di solito in coppia con destinazioni, suggerimenti e idee. Ecco perché operatori turistici, ma anche attrazioni turistiche e (perché no?) anche uffici del turismo dovrebbero avere un account su Pinterest, oggi.

Se hai un’attività legata all’argomento turismo, difficilmente non troverai un pubblico attento e mai sazio di news e informazioni: e questo, grazie a Pinterest, può tradursi solo in un beneficio per te e per la tua attività, grazie alla visibilità e al traffico che i tuoi contenuti riusciranno a portare al tuo sito.

Ma da dove si inizia? Seguimi che te lo spiego ;)

#1. Crea il tuo business account su Pinterest

It_pinterest_cinzia_marketing-turismo-1.jpeg

Dopo esserti registrato a Pinterest (puoi farlo comodamente sfruttando la connessione con facebook) ed aver ottenuto l’accesso al sistema, il primo passo da fare è di specificare i tuoi dati in modo da rendere immediatamente riconoscibile il tuo (personal) Brand.

It_pinterest_cinzia_marketing-turismo-2.jpeg

Inserisci dunque:

  • il nome (tuo o del tuo Brand),
  • l’immagine che ti rappresenta (o il logo aziendale),
  • una breve biografia, ricca di keyword di riferimento al tuo territorio o agli argomenti che tratterai nel piano editoriale del tuo blog
  • il link al tuo sito (e non dimenticare che il sito va confermato!)

Per quest’ultima operazione, dopo aver cliccato sul pulsante “Conferma il sito web”, ti verrà chiesto di inserire un pezzo di codice all’interno del tuo sito o in alternativa puoi scaricare un file HTML da caricare direttamente sul tuo sito. Dopo aver effettuato solo una di queste due verifiche, la tua immagine di profilo comparirà sui pin che verranno condivisi dal tuo sito e (cosa più importante) avrai accesso agli analytics di Pinterest, che tanto potranno dirti sul tuo target e sulle sue preferenze (che ti sarà d’aiuto per definire i contenuti da trattare). 

#2. Crea le tue Board

A questo punto non ti resta che cominciare a creare le bacheche in cui raccogliere i contenuti visual che saranno utili al tuo pubblico ideale.

Puoi lasciarti ispirare direttamente dalla ricerca guidata che Pinterest ti mette a disposizione: come vedi nello screenshot qui sotto, ti basterà digitare la keyword di partenza (in questo caso io ho usato la parola viaggi) per ricevere la lista delle keyword correlate che i Pinners usano per affinare la loro ricerca.

It_pinterest_cinzia_marketing-turismo-3.jpeg

Low Cost, Italia, Frasi e Di nozze sono solo alcuni degli esempi utili per cominciare a farti un’idea dei contenuti che potrai produrre e pubblicare. Ma cliccando sulla freccia (sotto la foto di profilo) potrai scoprirne tanti altri!

Comincia a rispondere alle classiche domande che ti faresti da viaggiatore/turista:

  • come faccio a fare…
  • come faccio ad andare…
  • cosa c’è da vedere a…
  • cosa si mangia a...
  • dove si mangia a…

e poi continua ricordandoti le bacheche stagionali (tra le stagioni e le feste comandate con relative sagre e mercatini sai quanti contenuti riesci a tirar fuori?) 

#3. Visual Content e integrazioni

Dopo aver individuato quali contenuti puoi creare, mi raccomando di creare dei contenuti visual delle dimensioni corrette per poter essere condivisi su Pinterest: come suggerito nella guida ufficiale la larghezza minima di un pin è di 600px.

Con un contenuto visuale ottimizzato per Pinterest, sarà più semplice per i lettori del tuo sito/blog (o per chi ti trova online) ispirare la condivisione dei contenuti. Ma non basta: l’operazione di condivisione deve essere semplificata, il più possibile.

Ed ecco che entriamo nel vivo delle integrazioni da non dimenticare:

  • installa e configura il Pin It Button per wordpress: permetti ai lettori di pinnare il tuo contenuto con un semplice click
  • integra nella sidebar del tuo sito/blog il Follow Button (puoi scegliere tra diverse tipologie, valuta con attenzione)
  • integra il tuo profilo Pinterest anche nella firma digitale che accompagna le tue email
  • arricchisci la tua newsletter con le top board o i top pin, dove il significato da attribuire a TOP lo definisci tu!

#4. Osserva e analizza

Se hai fatto tutto quello che ti ho indicato, potrai usufruire dei Pinterest Analytics per definire con esattezza quali contenuti hanno portato maggiore traffico al tuo sito e poter così decidere cosa ti conviene produrre di più in un immediato futuro.

It_pinterest_cinzia_marketing-turismo-4.jpeg

Dulcis in fundo, se ancora non fossi convinto che Pinterest fa per te, ti dico un’ultima cosa: la vita media di un Pin (cioè un contenuto su Pinterest) è di 100 (cento, CENTO!) giorni e, in presenza di un buon utilizzo delle keyword nella descrizione, si indicizza tra i risultati di Google. Hai idea di quanto traffico in più riesce a portarti ogni singolo contenuto pubblicato? Ecco.

 

Spero che questa mini-guida sia stata utile per te. Naturalmente se hai domande, dubbi o perplessità scrivimi pure nei commenti qui sotto e vediamo di risolvere al meglio ogni cosa ;)

 

Curioso di scoprire altri trucchi per ottenere il massimo dai
tuoi Canali Social? 

New Call-to-action

 

 
Cinzia Di Martino

Redatto da Cinzia Di Martino

Mi definiscono (e mi definisco) una persona positiva, propositiva, decisa e ottimista (e anche chiacchierona). Sono laureata in informatica, ma ho una passione spropositata per blog, social media, marketing e web design.

La migliore soluzione per te

Se sei un'azienda che offre tour ed esperienze, una rete territoriale o una destination company, abbiamo il piano perfetto per la tua attività.

Scopri la soluzione più adatta alle tue esigenze con una consulenza personalizzata del nostro team.

Chiedi una Demo