lug 30, 2019 |

Siamo collegati a Klook!

Klook è stato fondato nel 2014 e ad oggi fornisce ai viaggiatori più di 60.000 prodotti tra cui scegliere. Nell’ aprile 2019, Klook ha raccolto ulteriori 225 milioni di dollari, l’importo maggiore raggiunto nel settore dei tour e attività fino a quel momento. Secondo Skift, i fondi aggiuntivi verranno utilizzati per “calibrare le operazioni in Europa e espandersi ulteriormente nei mercati asiatici già esistenti, come il Giappone”.

Tutti i post
Pubblicato da Stephanie Kutschera | dic 10, 2018 | | 3 minuti di lettura

9 trend che guideranno il settore del turismo e viaggi nel 2019

Questo è un estratto del Travel Trends Report 2019 che è ora disponibile per il download.

Per i tour operator e i fornitori di attività a destinazione non è semplice individuare i trend di settore e i dati statistici più rilevanti, a meno di lunghe ricerche nel fitto mondo delle news online. In questa sezione abbiamo unito i risultati del nostro sondaggio, il Travel Survey 2018, alle news degli articoli delle testate di settore più importanti, per offrirti tutto quello di cui hai bisogno in un capitolo più che completo.

1. Prenotazioni last-minute

Secondo quanto emerso dal Tourism Survey 2018, il 39% dei partecipanti ha indicato le prenotazioni last-minute come un trend abbastanza comune. Secondo i dati sulle prenotazioni registrate via TrekkSoft, tour e attività che durano da 1 a 3 ore tendono a essere prenotate in loco o appena prima dell’arrivo. I tour e le attività multi-day, tuttavia, tendono ad essere prenotati in anticipo o appena prima di arrivare a destinazione.

Le prenotazioni avvengono con circa 13 giorni di anticipo. Se effettuate da dispositivi mobili, si arriva a prenotare anche con 5 giorni di anticipo. 

Dati TrekkSoft, 2018

Questa tendenza non semplifica di certo l’organizzazione delle risorse e dello staff agli operatori, soprattutto quelli la cui attività dipende dalle condizioni meteorologiche della giornata. Solide attività di marketing, partnerships locali e informazioni sui posti disponibili in tempo reale saranno gli strumenti chiave per rispondere efficacemente a questo tipo di domanda.

 

2. Tour e attività multi-day

I tour e le attività multi-day tendono ad essere prenotate con più anticipo e i viaggiatori le preferiscono rispetto alle attività giornaliere: per i viaggiatori di questo tipo la convenienza si misura in termini di risparmio del tempo che si impiegherebbe nella pianificazione delle singole attività.

james-coleman-697263-unsplash

 

3. Arrivi da nuovi mercati

Dai dati emersi dal Tourism Survey 2018, il 22% dei partecipanti ha notato un aumento considerevole nel numero di visitatori che provengono da nuove destinazioni. Non sorprende che si tratti prevalentemente di viaggiatori provenienti dalla Cina, uno dei mercati top per spesa turistica in viaggio. Altri mercati incoming interessanti secondo il sondaggio sono gli Stati Uniti, l'America Latina e la Spagna.

4. Esperienze uniche e irripetibili

I tour operators ricevono un numero crescente di richieste di esperienze uniche da parte dei viaggiatori che vogliono fare un’attività di quelle che si fanno “soltanto una volta nella vita”. Un trend decisamente più comune tra i Millennials che vogliono esplorare il mondo e condividere le loro storie con gli altri.

 

Scarica la tua copia del Report sui Trend del Turismo e Viaggi 2019

New call-to-action

 

5.  Tour eco-compatibili

I tour eco-compatibili sono i più popolari tra quelli offerti dai tour operator e fornitori di attività che hanno preso parte al nostro sondaggio, il Tourism Survey 2018. Si tratta generalmente di esperienze davvero uniche, che puntano sull’educazione e la condivisione di dettagli importanti sulla zona e sul formare i visitatori sui modi in cui possiamo proteggere il patrimonio in futuro. Si tende a preferire tour che si focalizzano su una causa specifica o che danno visibilità a un centro di protezione animali o ambientale rispetto a quelli generici.

samuel-zeller-339498-unsplash

 

6. Tour e servizi Skip-the-line

Secondo il Travel Trend Report di TripAdvisor (2018) i tour e i servizi “salta-fila” hanno composto due terzi dei prodotti più popolari e quattro su dieci delle esperienze che sono cresciute più velocemente nel 2017. Su TripAdvisor è possibile trovare oltre 1,200 biglietti salta-fila in tutto il mondo, disponibili anche per le attrazioni più famose come la Torre Eiffel, la Sagrada Familia e il London Eye. Nel 2017, i tour "Skip-the-line" sono stati anche la seconda categoria in più rapida crescita per i viaggiatori statunitensi in termini di valore lordo di prenotazione.

 

7. Esperienze locali

I viaggiatori scelgono di immergersi in maniera crescente nella cultura locale durante la loro visita. Vogliono fare quello che fa la gente locale e mangiare dove vanno gli abitanti del luogo. Le Experience di Airbnb rispondono perfettamente a questo tipo di domanda, grazie al collegamento diretto con gli abitanti della zona.

mona-eendra-297042-unsplash

 

8.  Storia e cultura

I walking tours sono ancora l’esperienza di punta per i viaggiatori che visitano una nuova destinazione. Una fantastica opportunità per conoscere la città, incontrare altri viaggiatori e soddisfare la propria curiosità accompagnati da guide esperte della destinazione.

 

9. Più avventure

Le attività all’insegna dell’adrenalina sono sempre più richieste con già ben due generazioni che tendono a spingere oltre i propri limiti. Le destinazioni “avventura” tipiche sono l’Area 47 in Austria, Queenstown in Nuova Zelanda e Interlaken in Svizzera, in cui è possibile prenotare un’ampia varietà di attività offerte anche sotto forma di pacchetti.

doran-erickson-508459-unsplash

Scarica la tua copia del Report sui Trend del Turismo e Viaggi 2019

New call-to-action

Tutti i post
Stephanie Kutschera
Pubblicato da Stephanie Kutschera
Stephanie is Head of Marketing at TrekkSoft. She has worked in marketing for over 8 years in various business sectors across the UK. She loves exploring and taking part in tours & activities around the world.
Chiedi una Demo
VAI ALL'ACADEMY
New call-to-action