Spotlight on Italy on a Budget

Intervista: l'energica fondatrice di Italy on a Budget, Irene Chimenti

Redatto da Alona Mittiga on giu 6, 2016

 

Questa intervista è stata realizzata da Nicole Kow.

Divertente ed affascinante, sono entusiasta di intervistare la fondatrice di Italy on a Budget, Irene Chimenti, la mente che ha sviluppato questo incredibile brand. Fondata nel 2007, l'azienda è focalizzata nella creazione di tour "una volta nella vita" per i turisti attenti al budget di età compresa tra i 18 ei 35 anni.

Per tutta l'intervista, mi ha colpito l'onestà di Irene quando ha parlato delle sue sfide e delle difficoltà affrontate. E' stata anche felice nel condividere consigli riguardo le sue vittorie. Ecco probabilmente la più autentica intervista Spotlight fino ad oggi. 

 Dunque, se il budget del vostro portafoglio è stretto come la maggior parte dei pantaloni maschili italiani, non significa che dovete perdervi la possibilità di visitare questa bellissima regione. Italy on a Budget sono dei supereroi locali che tramite le parole di Super Mario, rappresentano il vostro amichevole idraulico italiano: "La vita è un gioco, ragazzo! Tutto dipende da come giochi la partita. "

Italy on a Budget

Founder Irene Chimenti

 

La storia di Irene

 

Irene si è innamorata del turismo ed ha iniziato a lavorare nel settore dei viaggi, quando ha trovato un lavoro part-time come guida turistica in Inghilterra mentre completava la sua laurea in lingue straniere. Durante i suoi viaggi, dopo l'università, si rese conto di quanto era indietro il concetto di viaggio in Italia così ha deciso di fare qualcosa al riguardo. Ha fondato Tuscany on a Budget  e presto cambiò il nome iniziando ad offrire tours in giro per tutta l'Italia.

"Eri spaventata?" Ho chiesto.

"Non sono sicura. Ero eccitata e giovane. E' solo dopo l'inizio che mi resi conto di quello che avevo iniziato", rispose lei.

L'Italia è un paese ben noto per le sue opzioni di viaggio di lusso, ma Italy on a Budget va in direzione opposta puntando sui giovani viaggiatori con un budget ridotto. Irene ha preso questa decisione perché il mercato dei viaggi di lusso è saturo e non tutti i viaggiatori possono viaggiare facendo conto su un grande budget. Tuttavia, ha ammesso di aver incontrato alcune sfide lungo la strada.

"Non è facile avviare un'impresa in Italia a causa dei costi elevati, quindi è quasi impossibile dar vita ad un tour operator con attività non eccessivamente dispendiose. E' veramente difficile trovare le opzioni a basso costo per i viaggiatori."

Enjoy some sunshine and laughter with Italy on a Budget

 

Un'autentica esperienza di viaggio

Da chi viaggia da solo ai backpackers provenienti da tutto il mondo, Irene e il suo team fanno del loro meglio per offrire "un'esperienza di viaggio autentica". Abbiamo discusso di come questo termine sembra essere usato così frequentemente oggi, su ogni sito web, blog e rivista di viaggi. Non sono sicura che la gente in realtà sappia che cosa significa realmente e come fornire "un'esperienza davvero autentica". Per Irene, questo è stato semplice.

Vogliamo che i clienti possano sperimentare il bene ed il male del nostro paese.

 
Un'esperienza autentica, secondo Irene, include portare gli ospiti in cantine locali, quando scelgono un wine-tour, "ma non quelle grandi, che si rivolgono esclusivamente ai turisti". Irene vuole dare agli ospiti una vera e propria esperienza senza fronzoli, così ha deciso di lavorare con i fornitori locali che di solito non lavorano con i turisti.
 
"Noi non cerchiamo fornitori che lavorano solo con i turisti, perché questo cambia l'esperienza. Abbiamo lavorato con gli stessi fornitori per lungo tempo e questi garantiscono l'autenticità che ricerchiamo."
 
An Italian wine tour on a budget anyone?
 
 
 
I suoi sforzi hanno chiaramente dato i suoi frutti, in quanto Italy on a Budget ha ricevuto il Certificato di Eccellenza di TripAdvisor per due anni di fila, con il 99% delle sue recensioni, accompagnate da voti con 5 stelle. Ero ansiosa di sapere come è riuscita a replicare più e più volte la stessa esperienza di alta qualità, in tutti i suoi tour. Irene ha dato il merito di questo successo al suo team di sorprendenti guide.
 
"In primo luogo, abbiamo guide provenienti da regioni locali. Vogliamo assumere le persone giuste. Cerchiamo persone entusiaste, flessibile, perspicaci nel capire che persone di culture diverse hanno un diverso senso dell'umorismo. Vogliamo anche gente con una forte personalità che funziona bene con un mercato giovanile. Infine li sottoponiamo ad un intenso allenamento per imparare a lavorare con le folle più giovani. "

 C'è una differenza tra una buona guida e la migliore in assoluto. Ovviamente cerchiamo le migliori guide turistiche.

Ha anche osservato che i feedback negativi di solito provengono da persone che si aspettavano qualcosa di completamente diverso. Queste sono persone che di solito non leggono le descrizioni dei suoi tour. Ad esempio, quando i viaggiatori scelgono di visitare la costiera amalfitana, trascorrono la notte in un camping village, non un ostello o un hotel. Lei riconosce che le sue escursioni non sono per tutti, ma Irene continua a curare le esperienze per il suo mercato di riferimento; "è importante tenere a mente questo fatto."
 
Raggiungere il mercato dei giovani nel miglior modo possibile
 
 
Mentre ero alla ricerca della società per questo articolo, mi sono imbattuta nel canale YouTube di Italy on a Budget, visto tutti i loro video e mi sono appassionata! Sono per lo più video che riprendono alcuni dei suoi magnifici tours, in cui gli spettatori hanno un assaggio di ciò che potrebbero vivere scegliendo quell'esperienza. Quando ho chiesto a Irene la possibilità di includere un video clip dei suoi tours nella nostra pagina, la sua risposta è stata semplice: "I video sono importanti perché ci aiutano a capire cosa andremo a vivere e cosa dovremmo aspettarci. Sono un ottimo strumento di marketing."
 
 
 
"Molte persone iniziano un business senza fare delle ricerche prima. Ma per me, ogni volta che ho tempo, vado alla ricerca di idee per nuovi tour e sul mio mercato di riferiemento. Do uno sguardo sul modo in cui viaggiano, come amano trascorrere il tempi e come vorrebbero sperimentare l'Italia. "
 
 
TripAdvisor è anche un ottimo strumento di marketing per Irene; è il posto dove molti dei suoi clienti americani la trovano. Ma anche le ricerche di Google e il passaparola sono state preziose per lei. Il team sta attualmente lavorando sulla loro presenza nei social media con caricamento quotidiano di foto.
 
La crescita di Italy on a Budget
 
Come ho detto prima, l'attività di Irene si è recentemente ampliata ed include tour in tutta Italia, e non solo in Toscana, la sua città natale. Tuscany on a Budget non funzionava più semplicemente a causa della diversità dei tour che hanno cominciato a proporre.
 
"Idealmente, vorrei coprire molte altre destinazioni italiane, ma la mentalità italiana è abbastanza indietro quindi è difficile sviluppare alcuni tours. E' anche difficile lavorare con alcuni fornitori locali e guide locali certificate perché alcuni di loro semplicemente non si adattano. Non è possibile lavorare sempre con le persone che preferisco. "
 
Veronica, one of the tour guides with her group in Cinque Terre
 
 
Uno dei partner principali che l'hanno aiutata a far crescere il suo business è TrekkSoft. Ha incontrato Jon Fauver, uno dei nostri fondatori, nella fase iniziale e ha deciso di adottare TrekkSoft in quanto era " un sistema piuttosto semplice per creare un sito web."
 
Noi di TrekkSoft auguriamo ad Irene il meglio per tutti i suoi sforzi futuri e non vediamo l'ora di raggiungere una metà sempre più grande insieme.
 
Cosa pensi di questo articolo? Vorresti avere un'intervista come questa di Irene? Facci sapere nei commenti qui sotto.
 
 
 
Scopri come TrekkSoft può aiutarti a far crescere il tuo business e la tua attività commerciale. La piattaforma è stata creata con gli imprenditori come Irene e te in mente.
 
New Call-to-action
Alona Mittiga

Written by Alona Mittiga

Alona è una velista appassionata di marketing, Italo-Ucraina, attualmente residente in Svizzera a Interlaken. Adora correre, pattinare, cucinare e veleggiare verse nuove mete. Non smette mai di sorridere. Vorrebbe imparare a sciare ed il tedesco.

Argomenti: Spotlight interviews

   

Cerca nel blog

New Call-to-action