it_important_emails-1.png

Le 7 Email che ogni tour operator dovrebbe inviare

Redatto da M. Giulia Biagiotti on mag 1, 2017

Rielaborazione e traduzione dell'articolo redatto da Sara Napier Burkhard.

La comunicazione è un elemento di fondamentale importanza in ogni relazione con i clienti. Oltre alle interazioni personali e vis-a-vis, occorre curare una relazione di fiducia, produttiva e duratura. Ci sono numerosi modi per farlo ma lo strumento di comunicazione diretta principale del mondo digitale di oggi non può che essere le email.

Oggi vedremo alcuni esempi di email da imprese note del settore del turismo e viaggi e parleremo di come ottenere i massimi risultati dalle tue campagne di email marketing.

1. Email di benvenuto

Come tour operator, probabilmente sarai abituato ai discorsi di benvenuto ai clienti: un'occasione per spiegare loro cosa potersi aspettare dalle attività che offri, ringraziarli e introdurre la tua impresa.

L'email di benvenuto riprende lo stesso concetto, salvo il fatto che l'interazione, invece di avvenire di persona avviene una volta che il cliente (attuale o potenziale) si è iscritto al tuo sito web, alla tua newsletter o a programmi fedeltà.

Puoi decidere tu la lunghezza della comunicaziona e quali dettagli condividere ma in generale, email sintentiche e coincise sono l'opzione migliore. Ecco un esempio dalla newsletter di Indiegogo: dritta al punto.

 Welcome email
 
Perché funziona? Perché i clienti raramente si aspettano più di una breve introduzione in una prima comunicazione. Se la rendi troppo lunga e complicata, potresti perdere dei lettori perché potrebbe dare l'impressione che si tratti della prima di mille email kilometriche con cui riempirgli la casella di posta.
 
Il nostro consiglio:
  • Sii breve e dritto al punto
  • Definisci il tono della comunicazione dell'impresa nel testo, già a partire dalla prima email

2. Contenuti di qualità

Ricevere informazioni utili e interessanti è una delle ragioni fondamentali per cui ci si iscrive: ecco il tipo di email che dovresti inviare a chi ha aderito alla newsletter ed è chiaramente interessato alle attività e ai tour che stai promuovendo. Quale stile adottare? Potresti ad esempio usare contenuti che riprendono le pagine e le grafiche del tuo sito web.

Un esempio da VRBO, un sito web per affitti vacanze.

email marketing turismo esempio

Un'impresa che offre case vacanze in affitto non offre una larga varietà di servizi. Come per i tour operator, si tratta di un'offerta specifica dedicata a specifici interessi dei clienti. Un'email curata sul dare risalto ai tour, attività ed esperienze che offri, composta di pochi blocchi è l'idea migliore: così il lettore cliccherà a seconda dei propri interessi e preferenze di prenotazione (nell'esempio, a seconda della grandezza del gruppo in partenza).

3. Unsubscribe

Non dovrebbe esserci sorpresa se a volte i clienti decidono di non ricevere più le nostre email. È perfettamente normale, non tutti prenoteranno il tuo prossimo tour o vogliono rimanere aggiornati periodicamente via email.

Creare una bozza di contenuto dedicato a chi si disiscrive è molto semplice. Ci piacerebbe citare l'esempio di Best Made Company, che mantiene un tono amichevole e professionale e con un tocco di humor in più.

Unsubscribe email

Un consiglio al volo:

  • Mantieni il tono amichevole, leggero e semplice
  • Non far sentire i lettori colpevoli: mai evocare sentimenti negativi
  • Offri ai lettori la possibilità di annullare la "disiscrizione"

4. Newsletter & annunci

Quando strategicamente organizzata, una newsletter può portare a un gran numero di iscritti. È davvero importante lavorare ai contenuti di questo tipo di email e dedicargli almeno tanta attenzione quanta ne daresti a un articolo del tuo blog. Ricchezza di informazioni, immagini che sappiano suscitare interesse e contenuti che spingano all'azione.  

TrekkSoft newsletter

Un consiglio al volo:

  • Crea contenuti esclusivi per gli iscritti alla newsletter
  • Lavora sulle promozioni e gli sconti occasionalmente, per suscitare interesse e interazione
  • Quando riporti le ultime novità, non usare gli stessi contenuti del sito web: la newsletter è per gli iscritti e per i clienti attivi, per cui c'è il 90% di probabilità che conoscano già i servizi che offri.

5. Promozioni & sconti

Gli sconti sono un ottimo modo per portare nuovi clienti e iscritti alle mailing list. I contenuti promozionali sono facili da creare e non necessitano di eccessive spiegazioni. Ci sono due obiettivi fondamentali nelle email promozionali: attrarre clienti che senza quella particolare promozione non avrebbero effettuato l'acquisto e sviluppare la fedeltà al brand con premi dedicati ai clienti più fedeli.

Promotional email

Un consiglio al volo:

  • Assicurati che l'offerta sia chiara
  • Non esagerare con i testi
  • Crea urgenza sottolineando che l'offerta è limitata nel tempo

6. Conferma di avvenuta prenotazione

Se offri tour, esperienze e attività, è sicuramente l'email che ti capiterà di inviare più spesso: l'email di conferma di avvenuta prenotazione.

Come regola generale, questo tipo di email dovrebbero sempre contenere una frase di ringraziamento per l'impegno mostrato dal cliente. Anche un semplice "Grazie" andrà benissimo. Potresti anche creare una pagina web apposita o semplicemente includere dei ringraziamenti nell'email. Dopodiché, l'email dovrà contenere tutti i dati importanti del viaggio. 

Includi sempre date, tempistiche e numero di ospiti previsti in ogni attività, insieme al punto di incontro per la partenza e il ritorno.

Per fortuna, non dovrai farlo manualmente! Esistono sistemi software per la gestione delle prenotazioni che ti consentono di risparmiare tempo (e denaro) con possibilità di attivare l'invio automatico delle email con le informazioni salienti di ogni tipo.

Infine, non dimenticare l'importanza di far sentire i clienti sempre al sicuro e preparati a partire. Mentre le attività previste dovrebbero essere il tema centrale, è sempre utile inserire informazioni ulteriori di cui loro hanno bisogno di conoscere per trarre il meglio dalla loro esperienza. Potresti, ad esempio, includere la lista degli oggetti che è consigliabile portare, come un abbigliamento adeguato e informazioni sull'equipaggiamento che è consigliabile affittare. Concludi poi l'email con le informazioni pratiche come la politica di cancellazione.

In sintesi, non includere mai troppe informazioni in questo tipo di email. Sarà il punto di riferimento per i partecipanti alle attività, soprattutto all'avvicinarsi della data di prenotazione.


7. L'email di ringraziamento

Ultima ma non meno importante, un'email di ringraziamento non può mai nuocere. Ti sarà utile per ringraziare i clienti che hanno partecipato ai tour, attività ed esperienze previste.

In questa email potresti inserire una breve sintesi del tour a cui hanno partecipato, includere qualche immagine o video ripreso durante l'esperienza.
Inoltre, potrebbe essere un'ottima occasione per includere un questionario sulla soddisfazione o invitarli a rimanere in contatto in maniera amichevole o anche ricordargli di esprimersi con una recensione su TripAdvisor.

migliorare ranking tripadvisor

Le email sono una parte cruciale della comunicazione con il cliente potenziale e attuale: una conversazione che può inziare online o offline per protrarsi nel tempo. Creare delle email dal tono amichevole e con senso ti aiuterà a creare un aspetto professionale e aumentare le prenotazioni, creando una presenza online attrattiva e ben consolidata.

Hai difficoltà a creare una forte presenza online?
TrekkSoft è qui per guidarti!

Marketing del turismo guida distribuzione presenza online

M. Giulia Biagiotti

Written by M. Giulia Biagiotti

Thanks to an international professional work experience in Paris, Dublin, Valencia and Interlaken in Marketing and Sales, Giulia is specialised in Digital Marketing and Inbound Strategy approach, from SEO optimization to content creation to social media management. Giulia is also our former Italian Content Manager at TrekkSoft. Reach out to her on social media to say hi!

Argomenti: Marketing tips

   

Cerca nel blog

New Call-to-action