IT_TRAVEL_TRENDS_2016.jpg

70 statistiche da conoscere sui viaggi ed il turismo nel 2016

A cura di Alona Mittiga on mag 25, 2016 | 18 minuto

Questo articolo è stato originariamente scritto da Lucy Fuggle.

 

Le tendenze di viaggio e turismo stanno cambiando velocemente, e le statistiche stanno rapidamente diventando obsolete. Per aiutarti a tenere il passo, abbiamo aggiornato le nostre fonti preferite in giro per il web con le più recenti e stimolanti statistiche che si possano trovare, oltre ad alcune informazioni strategiche. E' un poco da nerd ed i numeri sono tanti, ma ciò dimostra che i viaggi ed il turismo sono argomenti interessanti da trattare e conoscere a fondo in questo momento. Allora iniziamo subito, goditi le statistiche.

Per la versione aggiornata,
 Leggi: I Trend del Turismo 2017 che non ti aspetteresti mai

turismo statistiche

 

1. Il settore dei tour e delle attività: un mercato multi-miliardario

  • In Europa, tours e le attività rappresentano circa US$40 miliardi (WIT, 2016)
  • Il settore dei tour e delle attività ha generato 37.000 milioni di euro in Europa nel 2015, triplicando la dimensione del mercato totale di noleggio auto (10.000, milioni di euro) e raggiungendo quasi la metà del mercato totale delle prenotazioni alberghiere (80.000 milioni di euro)(Phocuswright, 2016)
  • Solo negli Stati Uniti, ci sono circa 67.000 aziende per un valore di US$20 miliardi coinvolte nell'attività turistica. Questo rende questo mercato il terzo segmento più grande del settore dei viaggi dopo quello aereo e degli alloggi (WIT, 2016)
  •  I viaggiatori sono propensi a spendere di più in visite turistiche piuttosto ché in negozi, souvenir e locali notturni (TripBarometer, 2015)

 

Key Action: Aspettatevi grandi sviluppi nel mercato dei tour e delle attività quest'anno. Escursioni e attività potrebbero essere state una volta i brutti anatroccoli del settore dei viaggi, ma adesso stanno facendo girare una gran quantità di investimenti, soprattutto considerando i recenti spostamenti di Viator.

 


 

2. I fornitori hanno bisogno di trovare un equilibrio tra gli anticipi e le offerte last minute

  • Il 30% dei Millennials sono preoccupati che i costi possano aumentare se aspettano troppo per prenotare i loro viaggi. Eppure il 19% dei consumatori prenota il loro viaggio una settimana o meno prima della partenza - e sono proprio i Millennials i più propensi ad aspettare l'ultimo minuto (Adobe, 2016)
  • I consumatori pianificano in anticipo per le vacanze di Natale e del Ringraziamento, infatti solo il 7-10% delle prenotazioni di voli viebe fatto nella settimana prima della partenza (Adobe, 2016)
  • Il 59% delle ricerche relative ai viaggi vengono effettuate da quelli di età compresa tra 35-64 (Bing, 2016)
  • L'82% dei consumatori statunitensi riferisce che la loro prima vacanza estiva sarà un viaggio nel proprio paese (vs. 74% in 2015 (Adobe, 2016)

 

Key Action: Le aziende del settore del turismo e dei viaggi devono porre particolare attenzione a come i loro ospiti effettuano le prenotazioni, notare quanto in anticipo si prenota ed aprire nuove strade per ricevere feedback (come e-mail automatiche post-viaggio) per ottimizzare i processi di prenotazione e la disponibilità delle strutture.


 

3. E' l'anno delle avventure e delle nuove esperienze

  • Il 69% dei viaggiatori a livello mondiale - di tutte le età - ha in programma di provare qualcosa di nuovo nel 2016 (TripBarometer, 2015)
  • Il 17% sperimenterà per la prima volta il viaggio in solitaria nel 2016, e il 15% cercherà per la prima volta viaggi d'avventura (TripBarometer, 2015)
  • I turisti nel 2016 sono alla ricerca di opportunità per esplorare destinazioni meno conosciute, specialmente quelle che sono rimaste intatte ed uniche (Virtuoso, 2016)
  • 1 viaggiatore su 5 in tutto il mondo ha visitato una destinazione perché è stata mostrata in uno show televisivo (TripBarometer, 2015)
  • Solo il 31% dei viaggiatori prenota un viaggio in base alle proprie esperienze passate (Skift Megatrends Defining Travel in 2016)

 

Key ActionAziende di viaggi d'avventura, questo è il vostro momento per brillare. Tutti gli operatori turistici e gestori di attività in grado di esaudire questo desiderio di nuove esperienze, dovrebbero adeguare i loro messaggi di marketing per promuovere un'ondata di avventura e novità. 

voglia di avventura

 

4. Trattare bene se stessi è la priorità quando si viaggia

  • 1 viaggiatore su 3 (33%) ha in programma di spendere di più per viaggiare nel 2016 rispetto all'anno precedente, aumento che dovuto non solamente ai costi crescenti  (TripBarometer, 2015)
  • Le 5 cose più comuni su cui i viaggiatori sono disposti a spendere un pò di più: giro turistico (53%), esperienze gastronomiche speciali (41%), alloggio (41%), attività d'avventura (35%) e shopping (24%)(TripBarometer, 2015)
  • Tra coloro che hanno intenzione di aumentare il loro budget di viaggio nel 2016, il 49% ha detto che lo farà "perché io o la mia famiglia ce lo meritiamo", mentre il 31% ha detto che spenderà di più per viaggiare perché "è importante per la mia salute ed il mio benessere" (TripBarometer, 2015). 
  • Come l'anno scorso, "Spiaggia e Mare" è il tipo di vacanza che attrae di più; "Montagna e Natura" è al 2° posto quest'anno (al 2° posto con "Grandi città/Musei" dell'anno scorso) (Adobe, 2016)

 

Key Action: Le aziende di tour e attività hanno bisogno di modernizzare i loro processi di prenotazione e di fornire un'esperienza di trattamento indimenticabile dal primo momento in cui si entra in contatto con il cliente. Un'esperienza che si distingue dalla quella offerta dalla concorrenza, regalando preziosi componenti aggiuntivi, più personalizzata e con una generosa attenzione al cliente sarà quella scelta da questo tipo di viaggiatori.


 

5. Gestisci la tua reputazione online

  • Il 95% degli intervistati di un sondaggio TrustYou legge recensioni prima di prenotare (Tnooz, 2015)
  • 4 utenti di TripAdvisor su 5 guardano "di solito" o "sempre" i giudizi di riferimento prima di decidere se visitare un'attrazione; ciò vale soprattutto per i viaggiatori australiani (82%) e la generazione X (74%) (TripAdvisor, 2015)
  • I turisti leggono una media di 6-7 recensioni prima di prenotare (spendendo mediamente 30 minuti, anche se il 10% arriva anche a più di un'ora); i viaggiatori d'affari ne leggono in media di 5 (Tnooz, 2015)
  • L'80% dei viaggiatori dice che le recensioni brevi siano più efficienti in termini di tempo, mentre solo il 59% ha detto lo stesso per le recensioni full-text (Tnooz, 2015)
  • Il 70% dei viaggiatori guarda fino a 20 recensioni durante la fase di progettazione del viaggio (Worms University of Applied Sciences/ITB Berlin, 2014)
  • Più di 6,2 milioni di aziende e proprietari in 128,000+ destinazioni usano TripAdvisor (TripAdvisor, 2015)
  • Ci sono 200 nuovi contributi degli utenti per ogni minuto in TripAdvisor (TripAdvisor, 2015)

 

Key Action: Coltivare la propria presenza online deve essere un obiettivo quotidiano, soprattutto quando si tratta di costruire recensioni positive su TripAdvisor. Fare uno sforzo in più per aiutare un cliente richiede molto impegno, ma il valore che si ottiene in cambio con il passaparola è inestimabile.


 

6. Accetta prenotazioni online per aumentare il fatturato

  • L'83% delle compagnie turistiche lavora ancora con i metodi tradizionali per la gestione quotidiana, ciò significa che i clienti digitali non sono in grado di incontrare i loro prodotti in un canale online (Phocuswright, 2016
  • I gestori di tour e attività turistiche tendono ad aumentare del 30-40% le prenotazioni dopo l'implementazione di un sistema di prenotazione on-line  (TrekkSoft, 2016)
  • I Millennials si sentono 'a loro agio, con i piani di prenotazione on-line, così come sui dispositivi mobili e tablet (HVS, 2013)
  • Il 65% delle prenotazioni degli alberghi avviene il giorno stesso tramite un dispositivo mobile (Statistic Brain, 2015)

 

Key Action: Mentre un numero crescente di viaggiatori vuole prenotare visite e attività turistiche on-line, la maggior parte dei fornitori non sono ancora pronti a far fronte a questa tendenza. Ma è giunto il momento di recuperare il ritardo, soprattutto ora che ci sono così tanti fornitori di software di prenotazione da poter scegliere in base alle proprie esigenze. Organizza una chiamata con noi e ti guideremo attraverso il processo con un consulenza personalizzata senza impegno.

prenotazione online

 

7. Le aziende ottimizzate per il mobile sono più avanti

  • Le prenotazioni mobile in viaggio sono cresciute del 1.700% tra il 2011 e il 2015, passando dal 1% al 18% dei ricavi online (Frederic Gonzalo, 2016)
  • Il 45% dei viaggiatori utilizza il proprio smartphone per prenotare le attività da fare sul posto prima del viaggio (TripBarometer, 2015)
  • L'85% dei viaggiatori internazionali ha un dispositivo mobile con sé durante il viaggio  (Frederic Gonzalo, 2016) e l'8% dei viaggiatori prenota il proprio viaggio tramite un dispositivo mobile (TripBarometer, 2015)
  • Quasi il 50% degli utenti ha consultato TripAdvisor tramite tablet e telefono, e l'azienda nota una crescita continuata nel tempo di questo trend di engagement tramite dispositivi mobile (TripAdvisor, 2015)
  • Tra il 2013 e il 2017, la penetrazione tramite cellulare passerà dal 61,1% al 69,4% della popolazione mondiale (eMarketer, 2014)
  • I viaggiatori asiatici sono meno propensi ad usare metodi non in linea per prenotare un alloggio; i cinesi hanno più probabilità di effettuare prenotazioni tramite applicazioni mobili. I turisti degli Stati Uniti, Regno Unito e Italia si distinguono come utenti attivi del canale di prenotazione on-line (TripBarometer, 2015)

 

Key Action: Uno dei modi più semplici per le aziende nell'industria del turismo e delle attività per ottenere benefici dei dispositivi mobile è quello di scegliere un sistema di prenotazione e creazione del sito web reattivo e mobile-friendly. In questo modo, tutto il lavoro sarà fatto automaticamente per te. Se scegli di integrare il software di prenotazione con il tuo sito web esistente, assicurati di avere un design ottimizzato per cellulari con grande UX che carica rapidamente.


 

8. Social media non significa solo Facebook

  • La messaggistica social sarà utilizzata da 2,5 miliardi di utenti a livello mondiale entro il 2018, più di 2 miliardi di utenti generici di social media (Skift Megatrends Defining Travel in 2016)
  • Il 44% dei consumatori sono più propensi a conoscere un nuovo brand per andare in  viaggio su Twitter  (Twitter, 2014)
  • Il 39% degli utenti di Twitter accede alla piattaforma durante il viaggio (Twitter, 2014)
  • Il 97% dei Millennials dice di condividere le immagini durante il viaggio, soprattutto su Facebook, Instagram, WhatsApp e Snapchat  (Frederic Gonzalo, 2016)
  • Il 27% degli utenti di Twitter condivide le esperienze di viaggio trascorse, creando buzz positivo per i marchi menzionati (Twitter, 2014)
  • 5 su 6 Millennials sceglieranno di connettersi con le aziende sui social media, ma chiederanno qualcosa in cambio (prevalentemente vantaggi e sconti) (SDL, 2014) 
  • Il numero di Gen Zs che utilizza Facebook è in costante diminuzione, mentre Instagram continua la scalata (Sparks & Honey, 2014)

 

Key Action: Non vale la pena cercare di essere attivi su tutti i canali di social media. Scopri dove i tuoi clienti target sono attivi e partecipa alle loro conversazioni. Solo perché c'è un nuovo social network, non significa che devi farne parte - a meno che sia quello utilizzato dal tuo pubblico.


 

9. I Millennials sono poveri in denaro, ricchi in tempo

  • I Millennials rappresenteranno il segmento consumer #1 nel settore alberghiero degli Stati Uniti entro il 2018, se non già nel 2017 (Frederic Gonzalo, 2016)
  • I turisti di età compresa tra 15-29 anni rappresentavano, secondo le stime, il 23% dei viaggiatori internazionali nel 2015 (WYSE, 2016)
  • I giovani hanno meno potere d'acquisto ma molto tempo, il che significa che possono soggiornare di più in una destinazione rispetto un turista tipico. Come risultato, tuttavia, finiscono per spendere fino a due terzi in meno rispetto la media (WYSE, 2016)
  • Il 78% dei Millennials preferisce spendere soldi per un'esperienza o per partecipare a un evento che acquistare qualcosa di materiale e turistico (Harris/Eventbrite, 2014)
  • I giovani viaggiatori sono relativamente intrepidi ed è improbabile che si preoccupino di problemi economici, disordini politici o epidemie. Se ci sono meno possibilità di lavoro, possono anche essere incoraggiati a viaggiare o acquisire esperienza di lavoro all'estero nel corso di un anno sabbatico (WYSE, 2016)
  • 6 su 10 Millennials preferiscono spendere i loro soldi in avventure ed esperienze indimenticabili piuttosto che in cose materiali (MMGY Global)

 

Key Action: I Millennials sono alla ricerca di esperienze uniche e autentiche, perciò le aziende che organizzano tour, escursioni e altre attività turistiche che desiderano accedere a questo mercato devono dare priorità a questa tendenza. Una società di walking tour ad esempio, potrebbe offrire la possibilità di incontrare un agricoltore locale o un artigiano, mentre un laboratorio alimentare potrebbe mostrare agli ospiti come fare un piatto regionale difficile da realizzare.

mercato turismo 2016

 

10. C'è una tendenza crescente verso il segmento salute e benessere

  • Si stima che circa 17 milioni di viaggiatori si identificano nella categoria 'salute e benessere' e il 40% di loro viaggia regolarmente (HVS, 2014)
  • I turisti Wellness spendono 130% in più rispetto al turista medio (Body & Soul)

 

Key Action: Come ci spiega Susie Ellis, Presidente e CEO di Global Wellness Institute, i viaggi del segmento benessere non hanno "mai dominato così fortemente il mercato come ora nel 2016". La tendenza del benessere comprende tutta una mentalità e uno stile di vita: qualcosa che le aziende turistiche focalizzate sul target Wellness dovrebbero esplorare veramente a fondo. Attraverso la comprensione a tutto tondo di questo stile di vita, è molto più probabile che partnership vantaggiose e opportunità di business possano nascere e rivelarsi redditizie.


 

11. I viaggi d'affari sono visti come un'avventura

  • Quasi tutti i viaggiatori d'affari internazionali di Virgin Atlantic (99,5 per cento) sono ansiosi di fare un viaggio d'affari e 9 su 10 sono sempre felici di prendere un volo (Skift Megatrends Defining Travel in 2016)
  • Tre su quattro dei viaggiatori d'affari di Virgin Atlantic dicono di sentire come "una chiamata per l'avventura" quando viaggiano per lavoro  (Skift Megatrends Defining Travel in 2016)
  • La Cina è pronta a superare gli Stati Uniti come mercato dei viaggi d'affari #1 nel mondo. Infatti, entro il 2017, la Cina diventerà la nazione con maggiori spese in questo ambito (China Internet Watch, 2016).

 

Key Action: I tour operators dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di accedere al tempo libero di chi viaggia per lavoro. Questo potrebbe significare stringere una partnership con un hotel locale che è popolare per soggiorni di lavoro e offrire un accordo speciale. Si potrebbe pensare anche ad un accordo per la costruzione di una partnership con le aziende che inviano regolarmente i propri dipendenti nella vostra regione.


  

12. E' tempo di cominciare a pensare alla Gen Z

  • Gen Z (nati nel 1990 - 2010) saranno più conservatori con i loro soldi, anche se non hanno paura di spendere di più in viaggi che migliorano la loro visione del mondo (Skift Megatrends Defining Travel in 2016)
  • Gen Z hanno aspirazioni globali e traggono ispirazione da tutto il mondo (Upfront Analytics, 2015) 
  • 8 secondi è il tempo che gli individui della Gen Z utilizzano per elaborare le informazioni, prendere in considerazione il loro significato e poi passare alla prossima cosa che cattura la loro attenzione (12 secondi nel 2000) (Skift Megatrends Defining Travel in 2016)
  • La Gen Z guarda 2 volte tutti i video sul cellulare come molte altre generazioni (Upfront Analytics, 2015)
  • La Gen Z non ama il conformismo e la tradizione, ma preferiscono lo storytelling e i dispositivi visivi  (Upfront Analytics, 2015)
  • Il 60% dei Gen Z vuole cambiare il mondo, contro il 39% dei Millennials (Upfront Analytics, 2015)

 

Key Action: Gen Z sono ancora giovani, ma il mondo intorno a loro sta crescendo - lo stesso in cui viviamo e lavoriamo noi - e si trova in rapida evoluzione. I fornitori di tour e attività che vogliono attirare i giovani viaggiatori devono essere preparati a tenere il loro passo. Cattura la loro attenzione verso l' esperienza che offri; crea continui frammenti di contenuti influenti che possono essere consumati in pochi secondi.


 

13. I contenuti visual sono una parte potente dei vostri strumenti di marketing

  • Ci sono più di 53 milioni di foto dei viaggiatori su TripAdvisor(TripAdvisor, 2015)
  • Il 76% degli utenti di TripAdvisor concordano sul fatto che le foto dei viaggiatori influenzano la loro decisione di prenotazione (TripAdvisor, 2015)
  • Le immagini colorate aumentano la disponibilità delle persone a leggere un pezzo di contenuto dell'80% (Xerox, 2014)
  • La decisione di leggere o respingere gli opuscoli e le direct mail è fatta dai lettori in soli 2,5 secondi (Xerox, 2014)
  • Il colore aumenta i tempi di attenzione dei lettori e di richiamo dell'82% (Xerox, 2014)

 

Key Action: I viaggiatori vogliono visualizzare le nuove potenziali esperienze. Come li farà sentire questa nuova esperienza? Che foto vorranno condividere con amici e familiari? Per distinguersi dai concorrenti nel settore del turismo e ispirare i viaggiatori a prenotare con voi, inserite immagini accattivanti al centro della scena di tutto il vostro marketing.marketing esperienziale visual  

14. I video possono creare un pubblico enorme

  • Il Video Streaming rappresenterà più di due terzi di tutto il traffico Internet consumer entro il 2017, secondo Cisco  (Cisco, 2015)
  • Il 78% delle persone guarda video online ogni settimana (MWP, 2015)
  • YouTube (e anche YouTube sul cellulare) raggiunge di più le fasce d'età 18-34 e 18-49 anni rispetto a qualsiasi network negli USA (Youtube, 2015)
  • L'80% di visualizzazioni di YouTube proviene da fuori degli Stati Uniti (Youtube, 2015)
  • Più della metà delle viste di YouTube proviene da dispositivi mobili (Youtube, 2015)
  • Il 70% dei Gen Zs guarda almeno due ore di YouTube al giorno (Upfront Analytics, 2015)

 

Key Action: Trai il meglio da questa stagione, divertiti con i video. Il tuo primo video potrebbe non ottenere un enorme successo immediato, ma lascialo online per diverse settimane e ascolta i feedback che ricevi. Si tratta di un investimento di tempo davvero utile, per te ed per il tuo pubblico.


 

Il nostro riassunto: Sembra che ci sia un nuovo articolo sulle tendenze di viaggio ogni settimana. Ne scriviamo tantissimi! Ma vi suggerisco questo: stare all'erta sulle notizie di cui si parla tanto e, soprattutto, tienile a mente nel tuo lavoro di ogni giorno. In qualità di impresa che organizza tour e altre attività turistiche, vale davvero la pena prestare attenzione ai modelli, agire in base ad essi, offrendo agli ospiti esattamente ciò che stanno cercando. Conosci il tuo mercato e chi vuoi attirare verso il tuo business - anche se le tendenze potranno cambiare ogni sei mesi o ogni anno su ogni fronte.

 

Curioso si scoprire cosa ci riserva il 2017?
Scarica il rapporto completo aggiornato sui
Tourism Trends del nuovo anno!

Tutte le tendenze che stanno influenzando il comportamento dei turisti, i recenti cambiamenti nel settore per i professionisti del turismo e tanto altro ancora!

New Call-to-action 

 
Alona Mittiga

Redatto da Alona Mittiga

Alona è una velista appassionata di marketing, Italo-Ucraina, attualmente residente in Svizzera a Interlaken. Adora correre, pattinare, cucinare e veleggiare verse nuove mete. Non smette mai di sorridere. Vorrebbe imparare a sciare ed il tedesco.

La migliore soluzione per te

Se sei un'azienda che offre tour ed esperienze, una rete territoriale o una destination company, abbiamo il piano perfetto per la tua attività.

Scopri la soluzione più adatta alle tue esigenze con una consulenza personalizzata del nostro team.

Chiedi una Demo