it_mobile_travel.png

9 Modi in cui i dispositivi mobili hanno cambiato il modo di viaggiare (e cosa possono fare i tour operator)

Redatto da M. Giulia Biagiotti on set 28, 2016

Questo articolo è stato originariamente scritto da Nicole Kow.

Google ha recentemente pubblicato un'interessante serie di articoli sul customer journey applicato al settore dei viaggi, sottolineando come tutto ruoti intorno ai cosiddetti "micro-momenti". Questi si possono definire come "uno o più momenti in cui il consumatore concentra le proprie intenzioni e si rivolge ad un dispositivo mobile per reagire al proprio bisogno di sapere, andare, fare o comprare" (Think With Google, 2016).

I nuovi dispositivi mobili hanno cambiato il modo in cui i consumatori consumano prodotti e servizi. Ecco 9 cose che abbiamo imparato su come smartphone e tablet hanno cambiato il nostro modo di viaggiare. 

1. Si espandono le possibilità di ricerca del consumatore

Avere a disposizione uno smartphone è come avere un'enciclopedia globale nelle proprie mani, con te ovunque tu vada e disponibile in ogni momento della giornata. Google afferma, infatti, che il 60% delle ricerche di informazioni sulle destinazioni di viaggio sono condotte proprio da smartphone e tablet.

A questo si aggiunge, afferma Google, che una delle domande più comuni è proprio "Best time to visit [destinazione]". Da Marzo 2016, le ricerche da smartphone come questa sono aumentate del 50% all'anno.

 

2. Più ricerche significa più consapevolezza nelle decisioni 

Secondo quanto riportato dalla ricerca, "oltre il 40% dei viaggiatori dichiara di aver fatto avanti e indietro tra le pagine web quando si sono trovati a sognare e pianificare il loro prossimo viaggio- cercando più a fondo per una destinazione e poi tornando indietro alla ricerca iniziale per riconsiderare tutte le opzioni disponibili."

Sempre più persone ricercano attivamente parole correlate alle destinazioni che vorrebbero visitare e oggi possono farlo facilmente da uno smartphone. Inoltre, i consumatori paragonano le differenti destinazioni per essere sicuri di ottenere il miglior rapporto qualità - prezzo. Quindi cosa rende speciale la tua destinazione e la tua azienda rispetto alle altre?

 

3. I video diventano una parte fondamentale del travel marketing

Ecco un po' di statistiche interessanti:

  • YouTube riceve più di 100 milioni di visitatori unici ogni mese.
  • Si riporta inoltre che il consumo di video da dispositivo mobile cresce ogni anno del 100%
  • Google dichiara che il 64% delle persone hanno visualizzato contenuti riguardanti viaggi al momento di pensare alla loro prossima avventura fuori porta.
  • 3 viaggiatori su 5 che hanno visto video sui viaggi, li hanno utilizzati per scegliere a quale compagnia affidarsi, la prossima destinazione da esplorare o il tour o attività a cui iscriversi. 

Tutto considerato, si può chiaramente notare come i video stiano diventando parte essenziale degli strumenti di marketing. Pearl Island Bahamas, un cliente TrekkSoft di cui abbiamo parlato in un precedente articolo (leggi l'intervista completa qui), ha condiviso un video per mostrare la loro nuova isola sui loro social media. Si tratta di un esempio fenomenale del potere dei video nel travel marketing. 

 

 

4. I viaggiatori vogliono informazioni interessanti e precise

Un micro-momento è quello in cui un consumatore ricerca attivamente informazioni su un brand o una azienda per soddisfare un proprio bisogno ma non dura molto. Una volta passato il momento di sognare la prossima avventura, le persone hanno già deciso dove andare e le loro ricerche online diventano più specifiche, come ad esempio "[nome del brand] + [destinazione]". 

Più della metà di queste ricerche sono svolte da smartphone e tablet, rendendo gli acquisti di viaggi molto più semplici rispetto a prima. Ricorda che i viaggiatori continuano a cercare informazioni soltanto sui siti che pensano siano rilevanti rispetto ai propri bisogni per prendere decisioni informate molto più velocemente rispetto a prima. Non fargli perdere tempo. 

 

5. Il tasso di conversione da dispositivo mobile è in crescita, nonostante si abbrevi il tempo speso in ogni pagina

La ricerca sottolinea, inoltre, che il 40% delle visite a siti web americani sui viaggi arrivano da smartphone e tablet ma anche che il tempo impiegato navigando su questi siti si è ridotto del 5%. "Con sessioni più frequenti e più brevi, potremmo concludere che i consumatori non stiano trovando quello che cercano dal loro dispositivo. Invece, da Marzo 2016, le prenotazioni realizzate da smartphone e tablet sono cresciute quasi del 10% sui siti web dedicati ai viaggi."

Cosa sta accadendo? Le persone stanno migliorando nel trovare le informazioni di cui hanno bisogno. Questo perché abbiamo a disposizione motori di ricerca molto più sofisticati e che stanno migliorando a loro volta nel riconoscere di cosa hanno bisogno i consumatori.

 

6. Anche se i viaggiatori si stanno ancora abituando ai dispositivi mobili, si aspettano già di poter prenotare online dal loro dispositivo

Ecco qualche statistica in più per te:

  • Il 94% dei viaggiatori turistici cambiano dispositivo mentre pianificano o prenotano un viaggio.
  • Il 46% dei viaggiatori in possesso di uno smartphone dichiara di prendere la decisione quando accede dal proprio smartphone o tablet ma di prenotare, poi, da un altro dispositivo.

Perché i viaggiatori cambiano continuamente? Google cita due ragioni principali: il fattore ansia e i limiti nelle possibilità di prenotazione ancora presenti nei siti e applicazioni per dispositivo mobile.

Il Fattore Ansia

Il Fattore Ansia subentra quando i viaggiatori non credono di poter ottenere il migliore affare su un app o sito web ottimizzato per smartphone e tablet. Per questo, 2 viaggiatori su 3 sembrano ricontrollare i prezzi da dispositivi desktop dopo averli cercati dal proprio smartphone. 


Anxiety_factor_PNG.png

Fonte: https://www.thinkwithgoogle.com/articles/travel-booking-trends-book-it-moments.html

 

I Limiti delle Prenotazioni da Smartphone e Tablet 

Il "54% di coloro che viaggiano per divertimento e il 69% di coloro che viaggiano per affari dichiara di prenotare da un altro dispositivo a causa delle limitazioni incontrate quando prenotano da smartphone o tablet."

Ed ancora, il "45% cambierebbe dispositivo se vi fossero troppi passaggi per completare la prenotazione o per ottenere l'informazione desiderata".

Complessivamente, "l'80% dei viaggiatori con smartphone passerebbe ad un altro sito web o app nel momento in cui il tuo non soddisfa il loro bisogno". Si tratta di ben 4 clienti su 5.

Con un sistema di prenotazione da dispositivo mobile poco soddisfacente, o addirittura inesistente, peggiorerai il processo di prenotazione per i tuoi clienti, dovendoli costringere a passare alla versione desktop per completare la loro prenotazione. Inoltre, è molto probabile che tu stia regalando clienti ai quei concorrenti che già propongono un' esperienza ottimizzata per i dispositivi mobili.

Consigli per una migliore esperienza da dispositivo mobile: 

  • Offri garanzie e rassicura l'utente che sta prenotando da dispositivo mobile
  • Elimina i passaggi non necessari da dispositivo mobile (ricorda che il 45% cambierebbe dispositivo se incontrasse troppi passaggi per completare la prenotazione)
  • Assicurati che il tuo sito ottimizzato per smartphone e tablet si carichi velocemente

 

7. Anche le prenotazioni last-minute avvengono su smartphone

"Smartphone e tablet hanno favorito la tendenza alle prenotazioni last-minute. Per esempio, l'85% delle ricerche senza nominare la marca per un hotel su Google e legate alle parole "today" ("oggi") o "tonight" ("stanotte") avvengono da uno smartphone. Scopri come i tuoi clienti ti trovano e ottimizza la tua offerta per adattarla a questo tipo di esperienza."

Hai dei posti che vorresti riempire con prenotazioni all'ultimo minuto? Promuovi i tuoi tour e attività su siti dedicati al last-minute e/o su ogni piattaforma online di prenotazione con cui lavori per trarre il meglio dalla tua presenza su dispositivi mobili. I clienti TrekkSoft possono usare il Channel Manager per promuovere e gestire affari all'ultimo momento sulle diverse piattaforme a cui sei iscritto. 

TrekkSoft_blog_image_baby_boomers_1.jpeg 

8. I viaggiatori usano smartphone e tablet anche per ricercare e prenotare attività direttamente sul posto

Sapevi che l'85% di chi viaggia per divertimento decide che attività fare soltanto una volta giunto sul posto? Solo perché ti sei assicurato una prenotazione non significa che il tuo lavoro sia concluso quando si tratta di rispondere ai bisogni dei tuoi clienti.

Tutt'altro: continuare a fornire informazioni utili in questi particolari micro-momenti ti aiuterà a "costruire la tua identità di marca, attrarre il passaparola, e aumentare la fedeltà al brand tra i viaggiatori".

"Dimostra la tua presenza ai tuoi clienti potenziali che accedono da dispositivi mobili. I viaggiatori si affidano in modo crescente a smartphone e tablet per orientarsi quando giungono in una nuova destinazione. La ricerca di un hotel da smartphone è cresciuta di circa il 30% nell'ultimo anno. Poiché gli smartphones sono geolocalizzati, spesso troviamo ricerche del tipo "cose da fare in [destinazione d'arrivo]". Per esempio, ricerche interessate a conoscere "posti dove mangiare in [destinazione]" hanno più che duplicato il loro numero nell'ultimo anno." 
 
9. Anche i viaggiatori al loro primo viaggio si affidano a smartphone e tablet per orientarsi 
 
Google riporta che la maggior parte dei viaggiatori sono al loro primo viaggio verso una determinata destinazione. Il 53% di chi viaggia per divertimento dichiara di scegliere una destinazione di viaggio perché vuole esplorare nuovi luoghi mentre solo il 18% pianifica di visitare di nuovo un posto in cui è già stato.

Come fornitore di tour e attività, cerca di essere più che utile a questo tipo di clienti. Crea contenuti testuali o visuali, come video e guide PDF che le persone possono scaricare e tenere come riferimento successivo, e assicurati che appaiano perfettamente da dispositivo mobile. 

Mobile_male_packing.jpg


 
Consigli e strategie per il mobile marketing  per fornitori di tour e attività
(secondo gli esperti di Google)
 
 
Sii nel posto giusto al momento giusto 
  • Cerca te stesso. Prendi in considerazione le ricerche più comuni effettuate dai viaggiatori in ogni fase del loro viaggio - inteso come esperienza di viaggio ma anche come esperienza di pre, durante e post acquisto- ed identifica le ricerche più rilevanti per il tuo settore. Come appaiono il tuo sito e la tua azienda sui dispositivi mobili? Ti piace come ti vedi? Il tuo sito è ottimizzato per dispositivi mobili? (se ancora non lo è, TrekkSoft può darti una mano!)
  • Controlla la concorrenza. Per scoprire dove potresti avere delle mancanze, per identificare le ricerche in cui dovresti essere presente anche tu in ogni momento del viaggio del consumatore e per analizzare le mosse dei tuoi concorrenti, presi come punto di riferimento per la tua categoria. Sei soddisfatto di come appari in confronto alla concorrenza? Ancora più importante, sei soddisfatto del numero di viaggiatori per cui sei presente in questi momenti chiave?
  • Utilizza gli strumenti giusti. Pensa a cosa stanno utilizzando i viaggiatori per prendere decisioni sulle altre piattaforme legate al mondo dei viaggi, inclusi YouTube, Google Flights e Hotel Ads. Seleziona quelli che si adattano al tuo business. Sei presente online quando cercano un determinanto contenuto video legato alla tua destinazione? Appari nella pagina dei risultati quando si cercano voli o hotel e quando si vuole prenotare in una certa destinazione? 

 

Sii utile

  • Valuta il tuo contenuto. Quando guardi i tuoi contenuti, pensi che stiano parlando direttamente ai bisogni dei viaggiatori? Pensi che stiano rispondendo alle loro domande nei momenti chiave per le loro decisioni d'acquisto?
  • Scopri i bisogni dei consumatori. Vi sono dei bisogni che non vegono ancora soddisfatti per cui potresti creare tu dei contenuti ad-hoc utili e rilevanti?
  • Tieni presente il contesto di consumo. In quali situazioni sono coinvolti i tuoi clienti e come potresti aiutarli?

 

Vuoi saperne di più? Impara come promuovere la tua attività più efficacemente in ogni momento dell'esperienza di viaggio del consumatore cliccando qui

 

Cosa ne pensi di questo articolo? Conosci altri modi in cui chi organizza tour e attività può trarre vantaggio da questo trend emergente?

  

Vorresti scoprire come TrekkSoft può aiutarti a creare un incredibile sito web ottimizzato per smartphone e tablet?

New Call-to-action

M. Giulia Biagiotti

Written by M. Giulia Biagiotti

Dopo la specialistica in Marketing, Giulia ha viaggiato per tutta Europa prima di atterrare in Svizzera! In un misto di passione per Viaggiare, vedere, scoprire, marketing, mare, arti marziali: è parte del Content Team per aiutarvi a trarre il meglio dal vostro settore!

Argomenti: Marketing tips

   

Cerca nel blog

New Call-to-action