dic 10, 2018 |

9 trend che guideranno il settore del turismo e viaggi nel 2019

Questo è un estratto del Travel Trends Report 2019 che è ora disponibile per il download.

Per i tour operator e i fornitori di attività a destinazione non è semplice individuare i trend di settore e i dati statistici più rilevanti, a meno di lunghe ricerche nel fitto mondo delle news online. In questa sezione abbiamo unito i risultati del nostro sondaggio, il Travel Survey 2018, alle news degli articoli delle testate di settore più importanti, per offrirti tutto quello di cui hai bisogno in un capitolo più che completo.

1. Prenotazioni last-minute

Secondo quanto emerso dal Tourism Survey 2018, il 39% dei partecipanti ha indicato le prenotazioni last-minute come un trend abbastanza comune. Secondo i dati sulle prenotazioni registrate via TrekkSoft, tour e attività che durano da 1 a 3 ore tendono a essere prenotate in loco o appena prima dell’arrivo. I tour e le attività multi-day, tuttavia, tendono ad essere prenotati in anticipo o appena prima di arrivare a destinazione.

Le prenotazioni avvengono con circa 13 giorni di anticipo. Se effettuate da dispositivi mobili, si arriva a prenotare anche con 5 giorni di anticipo. 

Dati TrekkSoft, 2018

Questa tendenza non semplifica di certo l’organizzazione delle risorse e dello staff agli operatori, soprattutto quelli la cui attività dipende dalle condizioni meteorologiche della giornata. Solide attività di marketing, partnerships locali e informazioni sui posti disponibili in tempo reale saranno gli strumenti chiave per rispondere efficacemente a questo tipo di domanda.

 

2. Tour e attività multi-day

I tour e le attività multi-day tendono ad essere prenotate con più anticipo e i viaggiatori le preferiscono rispetto alle attività giornaliere: per i viaggiatori di questo tipo la convenienza si misura in termini di risparmio del tempo che si impiegherebbe nella pianificazione delle singole attività.

 

3. Arrivi da nuovi mercati

Dai dati emersi dal Tourism Survey 2018, il 22% dei partecipanti ha notato un aumento considerevole nel numero di visitatori che provengono da nuove destinazioni. Non sorprende che si tratti prevalentemente di viaggiatori provenienti dalla Cina, uno dei mercati top per spesa turistica in viaggio. Altri mercati incoming interessanti secondo il sondaggio sono gli Stati Uniti, l'America Latina e la Spagna.

4. Esperienze uniche e irripetibili

I tour operators ricevono un numero crescente di richieste di esperienze uniche da parte dei viaggiatori che vogliono fare un’attività di quelle che si fanno “soltanto una volta nella vita”. Un trend decisamente più comune tra i Millennials che vogliono esplorare il mondo e condividere le loro storie con gli altri.

Tutti i post
Pubblicato da M. Giulia Biagiotti | ago 22, 2018 | | 8 minuti di lettura

21 canali di distribuzione che tutti i tour operator dovrebbero considerare

Traduzione e adattamento dell'articolo originale redatto da Lucy Fuggle.

Con ormai così tante possibilità per la promozione online dei tuoi prodotti e servizi turistici a disposizione, per avere successo come tour operator, è vitale importanza saper controllare sapientemente la tua strategia di distribuzione, nonché i canali di distribuzione, vecchi e nuovi, da utilizzare. Quali canali online e offline stai utilizzando al momento? Quali sono gratuiti e quali no? 

Le OTA (Online Travel Agents) come Viator & Expedia sono canali di vendita fondamentali ma dovrebbero essere sempre integrati in una strategia di distribuzione bilanciata e tale da assicurare la sostenibilità futura della tua impresa.

Come rilevato durante la nostra ultima ricerca sulle modalità di distribuzione dei tour operator e fornitori di attività, il 72% dei rispondenti ha affermato di star pianificando un aumento del numero di canali di distribuzione e vendita da utilizzare, indipendentemente dal loro uso.

Con soltanto il 6% delle prenotazioni di tour e attività proveniente dalle OTA, ci si attende una forte crescita dell'uso di queste piattaforme per accaparrarsi una crescente fetta di mercato. 

Tuttavia, quanti canali di distribuzione dovresti utilizzare per promuovere i tuoi tour? E quali sono i migliori canali online e offline a disposizione tra cui scegliere? Per aiutarti a individuare una strategia di vendita online ottimale per la tua impresa turistica, ecco una lista dei migliori canali di distribuzione da considerare per i tuoi tour e attività.

 

1. Il sito web

Nel 2017, abbiamo chiesto ai tour operator "Qual è il canale più importante per la tua impresa di tour e attività?"

Secondo i dati della nostra ricerca sono le prenotazioni dirette online il canale di distribuzione più importante per le moderne imprese di tour e attività - e la cosa non ci sorprende: prenotando dal sito web, il cliente può visualizzare l'intera gamma di offerta e ricevere direttamente risposta nel caso in cui abbia domande o curiosità.migliori canali distribuzione promozione vendita tour attività _migliori canali

Investendo su un gestionale per le prenotazione, è proprio sui canali diretti che i tour operator e le altre imprese turistiche hanno la possibilità di ottimizzare i loro margini e politiche di prezzo, evitando di pagare commissioni e mantenendo sempre il 100% del controllo su brand e recensioni. Ecco perché TrekkSoft incoraggia sempre le imprese turistiche a ottimizzare l'esperienza di prenotazione dell'utente con il proprio sito web per assicurare sempre i più alti tassi di conversione delle visite in clienti.

 

2. Google My Business

Far sì che la tua impresa turistica sia presente su Google è di importanza cruciale. Cominciare è semplicissimo: ti basterà cliccare qui per avere visibilità su questo canale e iniziare a mostrare tutte le informazioni pratiche della tua impresa, dagli orari di apertura ai contatti telefonici a come arrivare alla sede. Il fatto di apparire su Google Search infonderà ai tuoi clienti una maggior fiducia nel servizio, un elemento decisivo nel processo di prenotazione, mentre essere presenti su Google Maps sarà di enorme aiuto nel caso i clienti debbano recarsi presso la tua sede.

 

3. TripAdvisor

Non penso ci siano più dubbi a riguardo: TripAdvisor dovrebbe essere una delle priorità fondamentali di ogni tour operator, tanto per la cura della reputazione online quanto in qualità di canale di vendita e distribuzione. 

Secondo l'ultima ricerca di Phocuswright realizzata per TripAdvisor, il 53% di chi prenota non si impegnerebbe nell'atto della prenotazione se non ha prima letto delle recensioni e l'80% legge tra le 6 e le 12 recensioni prima di prenotare.

Vuoi diventare il numero #1 su TripAdvisor? Inizia seguendo questi 20 semplici passi per scalare la classifica nella nostra Checklist di TripAdvisor:

New Call-to-action

4. Social media

I Social network sono un fantastico canale (gratuito, tra l'altro) per raggiungere nuovi potenziali clienti per i tuoi tour e attività, per cui non dimenticare di includerli nella tua rosa dei migliori canali di distribuzione da tenere in considerazione.

Ricorda, inoltre, che invece di tentare di essere il migliore su tutti i social disponibili, è molto più efficace concentrarsi sulla piattaforma che meglio raggiunge il tuo target. 

Dove viaggia meglio il passaparola online per i prodotti come quelli venduti dalla tua impresa? Se si tratta di Facebook, è questo il social a cui dovrai dedicare più attenzione. I tuoi tour hanno una componente visual "che vende bene"? In tal caso, è Instagram il canale social che dovresti tenere in considerazione. Cerca sempre di rendere la tua strategia social il più flessibile possibile.

 

5. Copertura Mediatica 

La tua offerta è unica e/o cela una storia interessante da poter condividere? Se hai a disposizione contenuti freschi e rilevanti, potresti appoggiarti ai media per una maggior copertura mediatica. Seleziona un contenuto differenziante e contatta dei giornalisti locali per la loro opinione sulla cosa: se, poi, mostrano dell'interesse potrai lavorare con loro per approfondire la storia dietro il contenuto o la vostra collaborazione. 

 

6. Online Travel Agents (OTA)

Secondo la ricerca di TrekkSoft, nonostante sia soltanto il 41% dei fornitori intervistati a utilizzare le OTA per aumentare la propria visibilità, il 69% di coloro che lo fa, conferma di aver assistito a un aumento di prenotazioni da questi canali. Le imprese turistiche lavorano con una media di 4 OTA alla volta, ricevendo in media il 20% in più di prenotazioni all'anno rispetto a chi non si appoggia a queste piattaforme.

TrekkSoft offre ai merchant la possibilità di integrarsi con la lista seguente di OTA, così da consentirti di gestire i prodotti e servizi disponibili e la loro prenotazione direttamente attraverso l'account di TrekkSoft:

 

7. Viator

Anche noto come TripAdvisor Experiences, è una delle OTA più consolidate e con più esperienza alle spalle in circolazione. Secondo la nostra ricerca, il 41% delle imprese sceglie di distribuire i propri tour su questo marketplace.

 

8. GetYourGuide

Considerala la "più grande collezione di cose da fare" in tutto il mondo: GetYourGuide offre ai consumatori più di 30 000 attività a portata di click. Il 24% delle imprese partecipanti alla nostra ricerca ha scelto GetYourGuide quale canale per distribuire i propri tour e attività.

 

9. Expedia

Dando sempre maggior priorità ai tour e alle attività grazie al recente programma "Expedia Local Expert", Expedia sta dimostrando come utilizzare al meglio la propria base clienti e sta crescendo rapidamente. Se vuoi lavorare con un numero limitato di OTA, Expedia è un must della tua lista. Il 16% delle imprese coinvolte nello studio l'ha scelta come canale di vendita dei propri tour e esperienze.

 

10. Musement

Anche su Musement è possibile acquistare i biglietti per le attrazioni più famose, eventi, musei e tour e direttamente dal proprio smartphone. Un canale di vendita tra i migliori, scelto dal 7% delle imprese coinvolte nella nostra ricerca per distribuire i propri tour e attività.

 

11. VELTRA

Il 16% delle imprese che hanno preso parte allo studio ha scelto Veltra per distribuire la propria offerta turistica. Con oltre 1,000,000 di membri, VELTRA offre più di 13,000 attività diverse in oltre 113 paesi rendendola la piattaforma il marketplace più esteso per la vendita di tour e attività nel mondo.

 

12. TourRadar

TourRadar è definito come "un Marketplace online di livello globale dove i viaggiatori possono cercare, confrontare e prenotare tour di gruppo e multi-day". Al momento offre 1 milione di tour con oltre 500 operatori selezionati in più di 200 paesi in tutto il mondo. Un altro canale di vendita e distribuzione impossibile da ignorare.

 

Confronta Viator, Expedia, GetYourGuide & Airbnb Experiences in modo semplice e veloce:

Guida completa alle OTA

13. Prenotazioni dirette da canali offline 

Le prenotazioni dirette ricevute dai canali offline costituiscono ancora un'ampia porzione delle prenotazioni totali, specialmente se pensiamo che la maggior parte delle attività e dei tour vengono prenotati una volta a destinazione perché, ad esempio, dipendono dalle condizioni meteorologiche.

Stand e promozione in loco saranno strumenti fondamentali di vendita a destinazione.

 

 

14. Altri tour operator e fornitori di attività outdoor/indoor

Hai stretto già delle collaborazioni con le imprese di tour e attività locali? Coltivare partnership e attivare vendite incrociate attraverso la funzione Partner Network di TrekkSoft è una strategia che può dare ottimi margini di profitto per entrambe le parti in affari. Potresti anche riunire attività complementari in un unico pacchetto, magari a un prezzo più competitivo.

 

15. Centro Informazioni turistiche

Vi è un info point o un centro informazioni per il turismo locale? Può tranquillamente diventare il tuo prossimo partner distributivo e canale di vendita della tua offerta turistica. Alcuni centri sono disponibili a operare come agenti di vendita e vendere direttamente i tuoi tour, cosa che possono tranquillamente fare utilizzando l'interfaccia POS (Point of Sale) di TrekkSoft, una volta definita una commissione sulle vendite.

In più, ricordati di chiedere loro se sono disponibili a distribuire materiali promozionali come volantini, brochure, codici sconto. 

 

16. Il sito web della destinazione

Esiste un sito web creato dal comune, dalla provincia, dall'ente del turismo locale o dalla regione stessa su cui promuovere i tuoi tour? Sviluppare questo canale di vendita potrebbe consistere nel farsi inserire nell'elenco ufficiale dei fornitori oppure essere presenti nell'offerta disponibile che molte DMO e Enti del Turismo stanno sviluppando attraverso la realizzazione di portali ad-hoc per la rivendita di tour e attività a destinazione. Se l'ente del turismo locale sta considerando quest'opzione, varrà sicuramente la pena essere coinvolti. 

  

17. Tour operator Inbound 

Se il tuo prodotto turistico gode di ottima reputazione presso la meta che servi sei in una posizione ideale per lavorare con tour operator specializzati in turismo inbound (ITO), sempre alla ricerca delle migliori partnership locali: con le tue ottime recensioni e rapporto qualità-prezzo della tua offerta turistica non ti sarà difficile differenziarti dalla concorrenza e includerli nei tuoi canali di distribuzione "all'ingrosso".

 

Continua a leggere: Che commissioni dovresti pagare per la distribuzione dei tuoi tour e attività?

 

18. Agenti

Hai dei contatti all'interno del tuo network interessati a vendere i tuoi tour? Grazie alla funzione Booking Desk di TrekkSoft , puoi far sì che gli agenti vedano i tour e le attività che ti sono rimasti disponibili e - con accessi alle diverse dashboard limitabili a seconda delle necessità -  potranno prenotare viaggi e attività, vendere voucher, noleggiare elementi aggiuntivi o addirittura creare widgets per la rivendita della tua offerta turistica sui propri siti web. Nel frattempo, potrai avere il controllo di ogni elemento direttamente dalla dashboard, con dati sempre aggiornati, gestendo i tuoi agenti e rivenditori, un canale di grande importanza, nel modo più efficiente possibile.

 

19. Reception degli Hotel 

Gli ospiti sono sempre alla ricerca di consigli sui tour e attività da poter fare nella zona. Se a questo aggiungiamo la necessità di visibilità degli operatori locali e l'opportunità degli hotel di beneficiare di una commissione, non si hanno dubbi sulle potenzialità di collaborazione tra hotel e fornitori. Grazie a sistemi di gestione delle prenotazioni come TrekkSoft, gli addetti alla reception possono prenotare direttamente nel tuo sistema e conoscere le disponibilità in tempo reale - così da non rischiare spiacevoli situazioni di overbooking e ottimizzando allo stesso tempo la gestione dei tuoi canali di distribuzione.

 

20. Ostelli 

Anche i visitatori che pernottano in ostello non mancano di chiedere consiglio in reception, spesso con maggior interesse per attività più improntate all'avventura o di natura più sociale rispetto a chi pernotta in hotel. Ecco un'ulteriore possibilità di sviluppo di relazioni e canali di vendita importanti, a partire dagli ostelli locali.

Un booking desk dedicato in reception, l'opzione di poter prenotare tour e attività insieme al pernottamento nella struttura, materiali promozionali dentro e fuori l'ostello (anche una semplice bacheca con l'elenco delle prossime date) o un appuntamento periodico dall'ostello per l'inizio del tour direttamente dalla porta dell'ostello: le possibilità di ottimizzazione di questo canale di distribuzione sono infinite.

 

21. Ristoranti

Sei in buoni rapporti con i ristoranti locali? Ve ne sono alcuni che già promuovono i tour che offri o che ben si adattano e potrebbero essere interessati a promuoverli?
A seconda delle attività che organizzi, potrebbe essere interessante valutare anche pacchetti di servizi che includano i pasti a ristoranti selezionati.

Per esempio, potresti unire una giornata di sci in montagna con una pausa di degustazione di fonduta nella baita locale. Con TrekkSoft, è semplice offrire pacchetti di viaggio e turistici per sviluppare partnership e migliorare l'offerta per i tuoi clienti, gestire i pagamenti, le fatture e le commissioni.

 

- - - - -

Come riuscire a gestire così tanti canali di distribuzione? 

Semplice: con l'aiuto di un Channel Manager.

 

Cos'è un Channel Manager?

Il Channel Manager è quella funzione che ti permette di gestire canali di distribuzione multipli (OTA, ad esempio, ma anche altri canali online) direttamente da un'unica semplice interfaccia.

 

Quali sono i vantaggi di utilizzare un Channel Manager?

Utilizzato in combinazione con un sistema di prenotazione che lavora in tempo reale, il Channel Manager è in grado di aggiornare le disponibilità dei tour e attività in tempo reale non appena si conclude una nuova prenotazione, riducendo i tempi e il lavoro di amministrazione, evitando errori di battitura e rimuovendo il rischio di andare in overbooking. 

Con un Channel Manager, i tuoi tour e attività potranno essere promossi su una vasta gamma di OTA allo stesso tempo, moltiplicando le opportunità di prenotazioni da parte dei clienti e gestendo il tutto in efficienza.

Infatti, la maggioranza delle imprese non passa più di un'ora a settimana a gestire le prenotazioni derivanti dalle OTA ma un numero significativo ne passa oltre due ore a settimane per gestire più canali: il Channel Manager è il modo migliore per risparmiare tempo rendendo più efficiente le task amministrative collegate.

 

Olan O'Sullivan“Stiamo assistendo a una fortissima crescita delle prenotazioni last-minute e a destinazione a partire da dispositivi mobili. Il Channel Manager è la via più semplice per permettere ai fornitori di gestirle attivando la rivendita in tempo reale e su più piattaforme contemporaneamente. Si tratta ancora di un concetto di servizio abbastanza nuovo. Non vediamo l'ora di conoscere e vedere il suo impatto sul settore." Olan O'Sullivan, CEO di TrekkSoft

 

 

Scarica la nostra checklist con tutti i consigli su 
come creare un profilo aziendale di successo su Instagram, interagire con i followers e analizzare i tuoi risultati:

 New Call-to-action

Tutti i post
M. Giulia Biagiotti
Pubblicato da M. Giulia Biagiotti
Thanks to an international professional work experience in Paris, Dublin, Valencia and Interlaken in Marketing and Sales, Giulia is specialised in Digital Marketing and Inbound Strategy approach, from SEO optimization to content creation to social media management. Giulia is also our former Italian Content Manager at TrekkSoft. Reach out to her on social media to say hi!
Chiedi una Demo
VAI ALL'ACADEMY
New call-to-action